Menù

Trivento, il bando della Caritas per aiutare chi ha bisogno

Trivento, il bando della Caritas per aiutare chi ha bisogno

La Caritas diocesana di Trivento, utilizzando i fondi dell’8xmille, lancia un bando pubblico per sostenere i progetti delle parrocchie destinati alle persone bisognose di aiuto.
I progetti, per un importo massimo finanziabile di 3.500 euro, vanno presentati alla Caritas diocesana entro il prossimo 31 marzo.
«Carissimi – scrive don Alberto Conti – siamo consapevoli che nelle nostre parrocchie sta diventando sempre più difficile proporre un metodo di lavoro che valorizzi lo stare insieme e di come sia utile per l’intera comunità incontrarsi per ragionare sulle problematiche che insistono nel tessuto parrocchiale e sul modo più adatto per affrontarle testimoniando la carità. A tal fine, la Caritas diocesana promuove, in via sperimentale, un bando per il finanziamento e la realizzazione di azioni progettuali che partano da un’analisi dei bisogni del territorio e promuovano esperienze e servizi – segno di carità. È un’occasione, questa, per iniziare a vedere nella progettazione uno strumento che stimoli il lavoro di equipe, a scapito dell’agire individuale, per ridurre il rischio di errori di analisi. Saranno ammessi progetti che: vedano come soggetti direttamente coinvolti gli ultimi, le categorie deboli, i “nuovi poveri”; siano sperimentali e innovativi in termini di risposta ai bisogni, fortemente promozionali per i destinatari e la comunità ecclesiale e civile; si collochino nella prospettiva dell’animazione pedagogica, puntando all’effettivo coinvolgimento della comunità locale, delle varie componenti ecclesiali e, se possibile, civili; diano vita a “opere segno” che, come ogni altro intervento della Caritas, richiamino al compito di animazione, promozione e testimonianza della carità tutta la comunità cristiana; prevedano – in base ad un piano di finanziamento definito – la compartecipazione economica della parrocchia. La Caritas diocesana, in considerazione del budget che ha a disposizione e dei progetti che verranno presentati e approvati, potrà contribuire con il 90% dell’importo totale del progetto; privilegino il coinvolgimento delle realtà sociali-caritative già presenti ed attive sul territorio. Le proposte progettuali possono essere presentate da tutte le parrocchie che, almeno negli ultimi tre anni, hanno partecipato alle campagne di solidarietà indette dalla Caritas diocesana. Possono partecipare al bando le parrocchie che abbiamo ottemperato agli adempimenti richiesti dall’ufficio economato della Diocesi (a titolo esemplificativo si ricordano i più importanti: presentazione del rendiconto annuale; versamento del contributo alla Diocesi). Le somme messe a disposizione della Caritas diocesana dovranno essere utilizzate per realizzare progettualità promosse direttamente dalle parrocchie e accompagnate e sostenute, se necessario già nella fase di ideazione dell’intervento, dalla Caritas diocesana attraverso specifici incontri. I fondi 8xmille diocesani non potranno coprire i costi per la ristrutturazione di locali mentre è previsto un limite per il pagamento del personale (20%) e un limite per spese forfettarie (10%). La somma massima che può essere richiesta come contributo ammonta a 3.500,00 euro, alla quale deve essere sommato il cofinanziamento dell’ente proponente che deve essere pari al 10% dell’ammontare del progetto. A titolo esemplificativo, per ottenere il contributo di 3.500.00 euro, l’importo totale del progetto deve essere pari a € 3.889,00 (contributo Caritas diocesana 3.500,00 euro + cofinanziamento 389,00 euro = importo totale del progetto 3.889,00 euro). Saranno riconosciuti solo i costi, coerenti con le attività del progetto, sostenuti e documentati dalla data di avvio del progetto. I progetti dovranno avere una durata tra i sei ed i 12 mesi. Le proposte progettuali devono pervenire utilizzando i formulari appositamente previsti scaricabili nel sito della Caritas diocesana www.caritastrivento.it. La richiesta di cofinanziamento e gli allegati utili alla progettazione e alla realizzazione del progetto dovranno pervenire alla Caritas diocesana di Trivento via posta (all’indirizzo: Caritas diocesana Trivento, contrada Vivara, 185 – 86029 Trivento CB) o consegnate brevi manu al medesimo indirizzo, entro il 31 marzo 2018. La comunicazione della concessione del contributo avverrà entro il 16 aprile 2018. I progetti dovranno avere avvio entro i successivi due mesi dalla comunicazione».
Monitoraggio in itinere. «Il referente del progetto curerà i contatti con Caritas diocesana, alla quale comunicherà in corso d’opera lo stato di realizzazione del progetto, confrontandosi sui risultati raggiunti e le eventuali difficoltà; dovrà comunicare a Caritas diocesana eventuali proposte di modifiche da apportare al progetto per nuove necessità o circostanze manifestatesi in corso d’opera. Alla conclusione del progetto, la parrocchia dovrà inviare a Caritas diocesana: una valutazione conclusiva e la relazione finale che illustri l’attività progettuale effettivamente realizzata e che sottolinei la rilevanza pastorale del progetto stesso; documentazione fiscale delle spese sostenute e le autocertificazioni relative alle spese forfettarie. Il tutto dovrà essere consegnato entro un mese dalla data di conclusione del progetto. Gli operatori della Caritas diocesana restano a disposizione per qualunque chiarimento e assistenza che dovesse ritenersi necessaria. Nel ringraziare per l’attenzione – conclude don Alberto -, vi saluto fraternamente».

Commenta