Menù

Campobasso, L’Aquila nel mirino per poter risalire

Campobasso, L’Aquila nel mirino per poter risalire

L’anno prossimo si ripartirà con tante novità ma con un obbiettivo immutato: non si ferma il progetto ambizioso del salto di categoria. I pensieri della società vanno già avanti di qualche mese, anche se c’è una stagione da terminare, una trasferta ostica da recuperare. Perché i verdetti stagionali non sono stati tutti scritti, il calcio poi è strano, può riservare sorprese. Se non si fa attenzione il lupo potrebbe addirittura trovarsi in zona rossa. Ipotesi difficile, ma non del tutto irrealizzabile.
In Abruzzo si va, anzi si torna a distanza di pochi giorni con la voglia di riscattarsi. Futuro dicevamo prima, Foglia Manzillo non conosce il proprio, con un contratto in scadenza a giugno e le intenzioni delle parti che non sono ancora chiare, ma di sicuro non vorrà cadere di nuovo seppur in terra straniera, nonostante l’avversario sia agguerrito e lotta per i play-off. Gli Abruzzesi sono infatti in cerca di una vittoria che manca da un mese, in cerca di riscatto dopo l’ultima sconfitta casalinga contro la Recanatese.
A parte Kargbo, che ancora dovrà scontare due turni di squalifica, sono tutti disponibili, ma l’assenza del sierraleonese dovrebbe condizionare alcune scelte di formazione per la questione degli under: dunque dovrebbe essere ancora Riccio a difendere i pali, con il rientro di Landi rimandato, in attacco dovrebbe esserci l’ultima coppia esibitasi con poco successo nell’ultima uscita del Romagnoli, Varsi e Balistreri, che contro il San Marino non avevano certo inciso.
Ci vogliono gol e fiducia per uscire dalla crisi, terminare il campionato a testa alta potrebbe essere il primo presupposto per impostare correttamente quello che verrà. Un futuro ancora da scrivere e da programmare, anche se l’obbiettivo come detto è chiaro, la stagione invece ancora da concludere.
marco vassallo

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.