Menù

Forse alleati, ora sfidanti: tornano Di Maio e Salvini

Nulla di fatto, come previsto, nel primo giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo.
Così, prende sempre più consistenza l’ipotesi che il rebus possa restare insoluto fino alla fine del mese, quando i molisani e i friulani avranno rieletto presidenti e Consigli regionali.
I protagonisti principali della partita per Palazzo Chigi, da un lato si corteggiano dall’altro si sfidano. Chi vincerà in Molise e Friuli? Salvini o Di Maio? Potrebbe anche finire pari, una Regione al centrodestra e un’altra ai 5 Stelle. Ma entrambi stanno giocando il match sul serio. Per entrambi il risultato del Molise e del Friuli è assai importante come segnale al Quirinale. Tutti e due si giocano, anche nelle urne del Molise, l’incarico dal Capo dello Stato.
Salvo modifiche legate all’agenda delle consultazioni a Roma (la prossima settimana il secondo giro), l’agenda molisana di Luigi Di Maio dovrebbe essere questa: il 9 a Termoli un comizio in piazza, il 10 aprile poi tre tappe, la prima sempre a Termoli con gli imprenditori per poi incontrare a Bojano gli operatori turistici e infine a Isernia per un’altra manifestazione di piazza.
Indiscrezioni autorevoli invece indicano che il leader della Lega Matteo Salvini – sempre più leader del centrodestra – tornerà in regione nell’ultima settimana di campagna elettorale.
E non solo una volta. Di certo c’è che i vertici della Lega Salvini Molise, in testa il coordinatore Luigi Mazzuto, stanno lavorando alla seconda visita del ‘capitano’ e puntando a fargli incontrare principalmente i cittadini, la gente comune.
La prima data sarebbe, secondo i rumors e sempre da confermare in base agli impegni sul Colle, il 16 aprile: una giornata interamente in regione che dovrebbe portarlo in basso Molise e poi nel capoluogo. Lo aveva anticipato lui stesso nell’intervista rilasciata a Primo Piano alla vigilia delle due tappe, a Isernia e Venafro: non sarà la mia unica visita in Molise. L’obiettivo per la Lega molisana, quindi, sembrerebbe quello di chiudere col botto e ottenere un terzo salto in regione del capo per l’ultimo appello agli elettori.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.