Menù

Il Molise come l’Italia non l’ha mai visto, Regionali ‘tema caldo’

Dopo l’incontro con Mattarella ha puntato il dito contro chi «non conosce l’Abc della democrazia». Se c’era qualche dubbio che Silvio Berlusconi – nel fuoriprogramma che ha irritato Salvini – si riferisse a Luigi Di Maio, è stato sciolto dalle dichiarazioni del leader di Forza Italia nell’intervista rilasciata in esclusiva a Primo Piano in occasione della sua due giorni per la campagna delle regionali. «Non sta certo al signor Di Maio dire a Berlusconi quel che deve fare: è un compito che spetta agli elettori», ha detto l’ex premier. E ancora: «Se Di Maio si illude di rompere un rapporto di lealtà reciproca e di condivisione di valori che va avanti da vent’anni, nel centrodestra, non solo si fa delle illusioni, ma pecca di arroganza e di inesperienza».
Dichiarazioni che sono state riprese dalle più importanti testate giornalistiche. Basti pensare che Primo Piano era presente nei servizi sul centrodestra del Tg1 e del Tg2 di ieri.
È tutto il Molise, comunque, a vivere una ribalta inedita sul palcoscenico politico. Centrale nell’agenda di due dei leader principali – Di Maio e Salvini – il test del 22 aprile irrompe sulla scena mediatica nazionale.
Gli ultimi esempi in ordine di tempo. A Piazza Pulita, giovedì sera su La7, un lungo servizio sulla campagna del Movimento 5 Stelle in Molise. Micaela Farrocco ha seguito il capo politico dei 5 Stelle nella visita a Termoli. E ha documentato la delusione degli operai Fiat per i partiti tradizionalmente vicini. In tanti, al suo microfono, dichiarano di aver votato M5S. Poi lo Zuccherificio chiuso, le lacrime dei suoi ex dipendenti e la rabbia dei bieticoltori costretti a riorganizzare la propria attività.
Il Venerdì di Repubblica in edicola ieri propone un approfondimento di Claudia Arletti sulle regionali del Molise. «Il 22 aprile si sfidano un ex attore, un commercialista, un assicuratore (5Stelle, centrodestra, centrosinistra). Obiettivo? Smentire la fama di essere piccoli piccoli. E un poco sfigati». Nella ricostruzione del settimanale trova posto anche Bastianich e quell’uscita infelice su “Campobasso un posto sfigato”.
Oggi si chiude il tour di Silvio Berlusconi. Lunedì torna Salvini per una visita lunga tutto il giorno e con numerose tappe. Il 19 il leader della Lega chiuderà la campagna per le regionali del Molise ad Agnone e Isernia. Per il rush finale di nuovo in regione pure il capo di M5S Luigi Di Maio e, molto probabilmente, Alessandro Di Battista. La regione piccola piccola resterà ancora a lungo sotto i riflettori.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.