Menù

Isernia, droga e armi illegali: in tre finiscono nella rete dei carabinieri

Spaccio di droga e detenzione di armi illegali: è di tre denunce e diversi sequestri il bilancio dei controlli eseguiti nelle ultime ore dai carabinieri a Isernia e nel resto della provincia.
Nei guai è finito un 35enne residente nel capoluogo pentro. L’uomo è stato notato mentre si aggirava tra i vicoli del centro storico. Quando si è trovato di fronte gli uomini dell’Arma ha gettato via un sacchetto. Un gesto che non è passato inosservato. Capito che il 35enne aveva qualcosa da nascondere, i carabinieri hanno deciso di fermarlo e sottoporlo ad una perquisizione. Recuperato l’involucro, hanno poi scoperto che all’interno erano custodite diverse dosi di cocaina. La droga è finita sotto sequestro, mentre il 35enne dovrà rispondere di detenzione illegale di stupefacenti. Una vicenda che, al momento, non è ancora conclusa. Sono infatti in corso ulteriori indagini per accertare se le dosi erano per uso personale o se destinate all’attività di spaccio.
Da Isernia a Sesto Campano, dove i militari della locale Stazione hanno fermato un 30enne originario della provincia di Caserta, pluripregiudicato. Nel corso di una perquisizione veicolare, occultato sotto il sedile, è stato rinvenuto un machete. L’arma è stata subito sottoposta a sequestro mentre per l’uomo è scattata una denuncia. L’ipotesi di reato formulata nei suoi confronti è quella di detenzione illegale di arma impropria. Destino analogo anche per un 40enne di Pescolanciano. I militari della locale Stazione, durante un controllo domiciliare nella sua abitazione, hanno trovato un fucile calibro 12, della cui detenzione presso quel luogo, il proprietario aveva omesso di farne denuncia alle competenti Autorità. L’arma è finita sotto sequestro, mentre il 40enne è stato denunciato per omessa denuncia di armi. Nel corso degli ultimi controlli sono stati istituiti anche posti di blocco lungo le arterie stradali principali, con particolare riferimento a quelle di collegamento con la limitrofa provincia di Caserta. In azione anche le Unità Cinofile antidroga dell’Arma. In totale sono stati controllati centoventi i veicoli, centocinquanta invece le persone identificate tra conducenti e passeggeri. Numerose, infine, le perquisizioni eseguite per la ricerca di armi, droga e refurtiva.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.