Menù

Senza esito il terzo giorno di ricerche dell’anziana scomparsa a Sessano

Terza giornata di ricerche senza esito quella di ieri a Sessano del Molise. Numerose squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, affiancate da squadre dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Isernia e del Soccorso Alpino Guardia di Finanza di Roccaraso, hanno svolto perlustrazioni ‘a pettine’ in varie zone che circondano la casa di riposo da cui domenica pomeriggio si è allontanata Maria Amicone. È da allora che non si hanno più notizie della 92enne originaria di Isernia, allontanatasi dalla struttura di cui è ospite per una passeggiata e mai più rientrata. Col passare delle ore sale anche l’apprensione dei familiari, già molto provati dalla paura che possa essere accaduto qualcosa all’anziana signora. Sono state effettuate ricerche di superficie con squadre di terra per la bonifica delle aree a partire dal punto di ultimo avvistamento, mediante la zonazione del territorio realizzata con un evoluto programma cartografico utilizzato dai tecnici CNSAS nel Centro Coordinamento Ricerche. Contestualmente hanno preso parte alle attività di ricerca unità cinofile dei Vigili del Fuoco e una unità cinofila molecolare del soccorso alpino fatta intervenire prontamente da Cosenza. Le operazioni di ricerca sono proseguite anche nelle ore notturne, con l’auspicio di trovare qualche traccia della 92enne. Per non lasciare nulla di intentato la zona perlustrata è stata ampliata di molto. Complessivamente sono stati bonificati circa 60 ettari di territorio e in ausilio anche ieri sono intervenuti un elicottero dell’11mo Reparto Volo della polizia di Stato di Pescara con a bordo due tecnici del CNSAS, un elicottero dei Vigili del Fuoco e uno della Guardia di Finanza.
«Le attività di ricerca proseguono incessantemente con la bonifica sistematica del territorio, con perlustrazioni a pettine in aree verosimilmente prioritarie e con il progressivo ampliamento della zona di indagine», fanno sapere dal soccorso alpino.
Intanto, come da prassi in questi casi, la Procura della Repubblica di Isernia ha aperto un fascicolo d’inchiesta. Se ne stanno occupando il procuratore capo Paolo Albano e il sostituto Alessandro Iannitti.
«Stiamo vedendo di fare tutto il possibile nella speranza di ritrovare la signora – ha dichiarato Albano -, ma al momento non abbiamo avuto elementi per capire dove si trovi».
VC

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.