Menù

Toma: Montaquila ha creduto in Marciano Ricci

Una grande festa, così come grande è stato il risultato del 10 giugno scorso la cui eco ancora non si è spenta: domenica sera a Masserie La Corte si sono ritrovati i cittadini di Montaquila per partecipare alla festa dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Marciano Ricci.
Diverse centinaia di persone oltre alle autorità si sono ritrovate in piazza Madonna di Fatima. Il primo cittadino è apparso soddisfatto ed emozionato «per la fiducia che mi ha dato il popolo. Sapevo che mi volevano bene ma non fino a questo punto…».
Affetto e calore che in pochi si aspettavano così grandi. La popolazione di Montaquila, Masserie La Corte e Roccaravindola a lui ha affidato la voglia di riscatto e di fare qualcosa di buono per il paese. “Per il cambiamento”, come il nome della lista che ha trionfato due settimane fa. Sul palco con il sindaco si è presentata tutta l’amministrazione ed i collaboratori, insieme al governatore della Regione Donato Toma che ha rimarcato «l’eccellente risultato, segno che Montaquila crede in Marciano Ricci così come il Molise ha creduto in me. Abbiamo quindi un compito importante: ricambiare tutta questa fiducia».
Grande stima dunque sia dagli elettori che dalla classe dirigente regionale: oltre a Toma, infatti, presente in piazza quasi l’intera giunta con gli assessori Vincenzo Cotugno, Vincenzo Niro, Roberto Di Baggio e Luigi Mazzuto, nonché i consiglieri regionali Antonio Tedeschi e Mena Calenda oltre diversi sindaci della Valle del Volturno, all’ex presidente di Assindustria Mauro Natale e, tra gli altri, anche l’ex governatore Paolo Frattura.
Ricci ha pertanto voluto ringraziare in grande stile gli elettori di Montaquila. Ma nemmeno il tempo di festeggiare che subito ha avvisato: «Non c’è tempo da perdere, ci siamo messi subito al lavoro per la comunità. Ora dobbiamo valutare bene la situazione finanziaria e generale del Comune. Di sicuro noi ce la metteremo tutta per meritarci e ricambiare la fiducia che ci ha dato il popolo di Montaquila».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.