Menù

La Traviata a Venafro, il 26 agosto concerto nel laghetto

La Traviata a Venafro, il 26 agosto concerto nel laghetto

«Dialogo e condivisione, le parole chiave di questa iniziativa fortemente voluta dall’intera giunta regionale e, in modo particolare, dall’assessorato che mi onoro di presiedere. La Traviata a Venafro, l’opera che andrà in scena il prossimo 26 agosto, rappresenta la sintesi giusta di una politica del fare».
Solo le parole del vicepresidente della giunta regionale Vincenzo Cotugno che così ha presentato l’evento calendarizzato dalla Regione sotto il titolo “Opera al laghetto”, che vedrà in campo tutte le istituzioni e la Pro loco di Venafro presieduta da Giustino Guarini.
«Una scommessa vinta – ha detto tra l’altro il sindaco Ricci nel fare gli onori di casa – grazie alla collaborazione attiva, continua e fattiva tra Comune e Regione e, in modo particolare, con l’assessore Cotugno, che ha fortemente voluto per la città di Venafro questo evento unico, che sicuramente creerà le giuste premesse per il rilancio della nostra città sotto il profilo turistico».
Alla presentazione della manifestazione erano presenti, tra gli altri, il vicepresidente della giunta regionale e assessore al Turismo, Vincenzo Cotugno, il sindaco di Venafro, Alfredo Ricci, l’assessore comunale alla Cultura, Angela Maria Tommasone, il presidente della Pro loco di Venafro, Giustino Guarini e il direttore dell’orchestra, maestro Claudio Luongo, il tenore Paolo Bartolucci, il sindaco di Conca Casale Luciano Bucci e diversi amministratori e assessori del Comune di Venafro.
Il maestro Lungo ha illustrato anche la location dell’evento. «Ci saranno due palchi sul laghetto, per una scenografia unica. Le gradinate lungo corso Lucenteforte e altri spazi a sedere. Colgo questa occasione per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo evento, superando ogni ostacolo e problema tecnico, dalla Regione al Comune, ai responsabili dei settori preposti dell’ente locale».
Il presidente della Pro loco Giustino Guarini ha rimarcato l’importanza per la città di Venafro nell’ospitare «un evento che sicuramente ci proietterà in un circuito non soltanto regionale. Sono da poco al vertice della Pro loco e devo dire che c’è il giusto clima per fare bene».
Infine, il vicepresidente Cotugno ha annunciato che «L’Opera al laghetto sarà un appuntamento fisso annuale con il quale la Regione Molise rilancerà la città di Venafro ben oltre i confini regionali, a fianco ad altri eventi che sicuramente saranno programmati dal mio assessorato e dall’amministrazione comunale. Devo dire – ha concluso Cotugno – che con l’assessore al ramo Angelamaria Tommasone e il sindaco Alfredo Ricci da subito abbiamo creato le giuste condizioni perché si riesca a guardare esclusivamente al bene della nostra città, promuovendola culturalmente e turisticamente».
M.F.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.