Menù

Operazione interforze lungo la costa contro l’abusivismo

Nuova operazione coordinata anti-abusivismo nella mattinata di ieri sul lungomare Nord di Termoli. All’altezza del distributore di benzina dell’Ip. Stavolta la ‘caccia’ è stata coordinata dal commissariato di Polizia ed è stata estesa su tutto il litorale molisano. Nella rete dei controlli sono finiti alcuni venditori ambulanti stranieri, con sequestri della loro merce e verbali. Come disposto dal Dipartimento di pubblica sicurezza, si è svolto un servizio interforze mirato alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale nelle località balneari e forte vocazione turistica e culturale o che siano sede di svolgimento di manifestazioni di particolare rilievo. In esecuzione della relativa ordinanza del questore di Campobasso, sono stati disimpegnati mirati servizi straordinari di controllo interforze nei comuni di Termoli e Campomarino. Nello specifico la predetta attività ha visto l’impiego sinergico di personale del commissariato di Polizia di Stato. di Termoli, della squadra mobile della questura di Campobasso, della Polizia stradale, della Polizia ferroviaria, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di finanza, della Capitaneria di porto e delle Polizie municipali di Termoli e Campomarino. I controlli sono stati eseguiti lungo tutto il litorale di Termoli e Campomarino, nelle zone adiacenti i lidi balneari, le infrastrutture di trasporto, le principali arterie inclusi il casello autostradale ed infine le aree mercatali. Durante le operazioni venivano controllate 50 persone di cui 31 italiani e 19 stranieri e irrogate 4 sanzioni amministrative. La scrupolosa attività di controllo comportava il conseguimento del risultato di 10 sequestri amministrativi di merce non contraffatta, nello specifico 10 prodotti di tipo elettronico-informatico, 431 giocattoli e 1208 capi di abbigliamento ed accessori. Inoltre, gli uomini della Guardia Costiera di Termoli, in collaborazione con la Polizia Locale e l’Ufficio Tecnico del Comune di Montenero di Bisaccia, hanno effettuato nella serata di giovedì un sequestro di ombrelloni, sdraio e di altro materiale lasciato incustodito sulla spiaggia libera della Marina di Montenero di Bisaccia – Costa Verde. La requisizione è scattata dopo il tramonto, quando cioè non è consentito lasciare materiale sulla spiaggia, specie al fine di occupare spazio per il giorno successivo. L’abitudine di alcuni bagnanti di appropriarsi indebitamente di uno spazio di arenile per fini personali era già stata segnalata nelle scorse settimane da alcuni turisti. Gli ombrelloni, inoltre, erano stati rimossi e accantonati in un’altra occasione per permettere la pulizia della spiaggia stessa; evidentemente i proprietari, incuranti delle regole, non hanno avuto remore nell’occupare nuovamente gli spazi più appetibili per garantirsi un “posto in prima fila”. Il materiale sequestrato è attualmente in custodia presso gli uffici della Polizia Locale di Montenero di Bisaccia, a disposizione dei proprietari per l’eventuale ritiro previo pagamento della dovuta sanzione.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.