Menù

Gran finale al Festival del Folklore di Carpinone

Dopo il grande successo del concerto dei Tarantula Garganica è giunto il momento del gran finale del 19esimo Festival internazionale del Folklore di Carpinone.
Stasera ci sarà l’attesissima esibizione dei gruppi ospiti provenienti da tutto il mondo.
Un tripudio di danze, musiche e colori che riempirà il piccolo paese delle tradizioni più pure di tutto il globo.
A dare spettacolo saranno le rappresentative di Argentina, Croazia, India, Grecia, Malta, Spagna, Turchia e Italia. La nostra nazione sarà rappresentata dal gruppo ‘Le Bangale’ di Baranello e dai padroni di casa de ‘Ru Maccature’.
‘Carpinone, il paese dove danza il mondo’, è lo slogan che ha accompagnato l’evento in questi anni e non è un caso. Nel borgo, infatti, si sono avvicendati centinaia di gruppi folk e migliaia di artisti provenienti da ogni parte del mondo.
Il programma della giornata è molto nutrito. Si parte alle 17,30 con il raduno in una nuova e bellissima piazza del centro storico e da lì si raggiungerà pazza Mercato per il saluto del sindaco di Carpinone Pasquale Colitti e del presidente del gruppo folk ‘Ru Maccature’ Michele Castrilli. Poi un’anticipazione dello show serale e la parata che raggiungerà piazza Concezione dove saranno intonati gli inni nazionali.
Alle 20,45 si darà il via al gran galà del folklore con l’esibizione di tutte la rappresentative e nel corso della manifestazione verrà assegnato il premio speciale ‘Leonardo Malerba’ per il miglior costume. Presenteranno la serata Monica Castrilli e Niko Travasso.
Spazio anche ai buoni sapori con uno stand gastronomico che proporrà i piatti tipici della cucina locale. Nulla è lasciato al caso per un evento che si colloca ormai ai massimi livelli sia nazionali che europei e che ogni anno porta in paese migliaia di spettatori provenienti da ogni regione di Italia.

Organizzatori

ITALIA – Ru Maccature – Carpinone
Il Gruppo Folk Ru Maccature di Carpinone nasce nel 1971 con il nome originario di ‘Usignoli della Pentria’. Nel 1987 il gruppo si ricostituisce adottando l’attuale denominazione derivante dall’omonima danza tipica delle feste nuziali. È composto da 35 elementi divisi tra ballerini, cantanti e musicisti ed esegue un repertorio tipico della tradizione contadina molisana in generale e carpinonese in particolare. Tutto il repertorio è frutto di un’attenta ricerca trasposta in danze e canti di sicuro effetto scenografico ma comunque nell’assoluto rispetto dei valori tradizionali. Il costume risale agli inizi del secolo ed è costituito da materiali poveri ma dall’eccellente effetto cromatico.
Ru Maccature ha all’attivo più di mille esibizioni in tutta Italia e anche all’estero: Polonia, Svizzera, Portogallo, Romania, Grecia, Ungheria, Germania, Spagna, Francia, Repubblica Ceca. Diverse anche le partecipazioni a trasmissioni televisive a carattere nazionale.

Ospiti

GRECIA – Cultural Association Chalky Sycourio
Il gruppo nasce nel 1984 e conta circa 100 elementi. Ha partecipato a numerosi festival internazionali e ogni anno organizza a Larissa un’importante rassegna alla fine di agosto. Propone danze e canti tipici della regione di provenienza come il conosciutissimo Sirtaky.
MALTA – Gruppo Astra Folk
L’associazione nasce nel 1970 e nello stesso anno si esibisce per la prima volta nella rassegna ‘The Fruit Pikers’. Successivamente ha preso parte a importanti manifestazioni dell’isola. Il nome ‘Astra’ deriva dal teatro inaugurato nel 1968 e il gruppo costituisce un ramo importante della nota ‘Società la Stella’.
ARGENTINA – Los Mackay Ballet Gaucho Antonio Rivero
Il gruppo nasce dall’esperienza musicale dei fratelli Walter e Ariel Makay che interpretano da decenni la musica popolare argentina e hanno all’attivo ben 5 dischi. A questo si aggiunge la maestria del professor Nazzareno Roveda, esperto di danza dell’istituto di Arti Popolari di Buenos Aires. Lo spettacolo ripropone l’insediamento spagnolo e l’intensa immigrazione.
SPAGNA – Gruppo ‘Sietemancas De Jotas
L’associazione nasce nel 1979 e si occupa di ricerca, creazione e promozione della danza tradizionale. Il repertorio è tipico della provincia di Valladolid, ma non mancano riferimenti anche ad altre regioni. Il gruppo, tra i più apprezzati in Spagna, ha partecipato a festival in tutta Europa. Suggestiva la danza de ‘La Espadana’.
TURCHIA – Yenisehir Municipality Folk Dance Group
Il gruppo nasce nel 2014 e conta 120 elementi. Ha vinto numerosi premi portando in scena un repertorio creato nel più scrupoloso rispetto della tradizione. Gli adulti tramandano le tradizioni ai più giovani.
INDIA – Bhranga Dance Group
La trasposizione della cultura indiana si scontra con una miriade di usi, costumi, tradizioni, lingue, religioni, cerimonie diversi, ma tipici di uno stesso popolo. L’India ha avuto una lunga ‘storia d’amore’ con l’arte della danza che diventa espressione della bellezza interiore e della componente divina contenuta nell’uomo. Nello show tutto è volto a comunicare idee e narrare emozioni.
CROAZIA – Kud Bizovac
L’associazione fondata nel 1968 porta avanti la tradizione della sua città madre. Grazie alle numerose apparizioni a concerti, rassegne e festival, l’ensemble ha reso noto il nome di Bizovac nel mondo. Nel vasto repertorio presenta con orgoglio i costumi e le tradizioni di altre parti della Croazia.
ITALIA – Le Bangale – Baranello
Da 90 anni la Compagnia di Cultura Popolare ‘Le Bangale’ porta in scena la tradizione. Lo spettacolo è che un ‘libro narrante’. L’analessi (o Flashback) di ‘Caterina Voce da lu passate’ coinvolge lo spettatore anche grazie al costume ottocentesco e alla musica tradizionale baranellese.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.