Menù

Molisani nel mondo, si è spento Giambattista Ciaccia

Molisani nel mondo, si è spento Giambattista Ciaccia

Giambattista (John) Ciaccia si è spento all’età di 85 anni, il 7 agosto a Montreal. Il padre di Jelsi e la mamma di Limosano, da bambino si era trasferito in Canada e si distinse per abnegazione, capacità di integrazione, studi e dinamismo. Il ‘Corriere Canadese’ lo definisce un gran lavoratore con una mente fervida, un uomo di principi con un alto senso del dovere, profondo rispetto per il bene comune, attento alle esigenze dei più deboli e alla dignità altrui. Si è laureato in legge all’Università McGill nel 1957 dove non venne assunto perché di origini italiane, ma riuscì ad esercitare prima la professione legale e poi si ritrovò tra i primi italiani a ricoprire incarichi di governo nel Québec. Dal 1971 al 1998 fu vice-ministro e ministro agli Affari Indiani, all’Energia, Affari internazionali, Risorse naturali, Affari autoctoni e svolse con efficacia, competenza e rigore sia il ruolo di parlamentare che di figura politica di primo piano della comunità canadese. Rimasto legato all’Italia, portava nel cuore Jelsi e non dimenticò mai le sue origini molisane, per questo la sua scomparsa avvenuta il 7 agosto a Montreal unisce nello sconforto la comuntà italo-canadese del Québec e quella della sua terra natale.
Il presidente onorario dell’associazione Auser Padre Giuseppe Tedeschi Michele Petraroia a nome dei suoi volontari trasmette alla Federazione della associazioni Molisane del Québec Claudia Panzera (originaria di Jelsi), al direttore del Patronato Inca di Montreal Vera Rosati (originaria di Santa Croce di Magliano), e al sindaco di Jelsi «una nota di ricordo di Giambattista Ciaccia con l’auspicio che possa giungere a suo figlio Marco ed ai nipoti Nicola ed Enrico, in vista della commemorazione programmata per il prossimo 8 settembre a Montreal.
Per tutti noi, l’esempio pacato, vigoroso, umile ed ostinato, di John Ciaccia rimarrà impresso nella memoria insieme a tutto ciò che lui ha rappresentato in termini di attività e di orgoglio per i tantissimi italiani emigrati in Canada».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.