Menù

Isernia, il sindaco cambia le deleghe: si va verso la nuova giunta

Si avvicina il momento dell’attesa rimodulazione della giunta comunale e sembra proprio che a fare le spese di qualche delega ‘pesante’ sarà l’assessore che attualmente detiene Cultura e Turismo. Da indiscrezioni delle ultime ore, pare proprio che il sindaco Giacomo d’Apollonio alla fine opterà per togliere a Eugenio Kniahynicki quegli ambiti che tante grane hanno creato all’interno del consiglio e dello stesso esecutivo. Da mesi sembra che proprio l’esponente attualmente al lavoro sul ‘Settembre isernino’, sia sotto osservazione, anche a causa delle pressioni di quegli esponenti di minoranza che si stanno avvicinando alla maggioranza, in virtù dei nuovi equilibri politici regionali.
Il primo cittadino è in vacanza per qualche giorno quindi non vorrà di certo optare per questa ‘rivoluzione’ a Ferragosto, ma c’è chi dà per certa la sua volontà di spacchettare i compiti di Kniahynicki, al quale rimarrebbero la Protezione Civile e altri incarichi che ora fanno riferimento ad altri colleghi. Non è escluso, inoltre, che alcuni settori tra cui la gestione dell’auditorium, lo sviluppo locale, il marketing territoriale e l’organizzazione di eventi possano passare nelle mani di qualche consigliere, magari un esponente del ‘gruppo misto’, ovvero quello composto dagli ex componenti della ‘formazione’ che fa riferimento a Michele Iorio: Azzolini, Fantozzi, Succi e De Marco. Kniahynicki però potrebbe ottenere le deleghe a cui rinuncerebbero Domenico Chiacchiari e Pietro Paolo Di Perna, ovvero Personale e Rapporti con le parti sindacali.
A proposito dei due super assessori alla Viabilità e al Sociale, sarebbero proprio loro a incrementare le loro deleghe rispettivamente con Piscina comunale e Cultura.
«Devo ancora parlare col sindaco – ha commentato Chiacchiari -, ma ritengo che la questione-piscina debba concluderla chi l’ha iniziata e chi si sta impegnando per risolverla». Nonostante le parole del diretto interessato però bisognerà capire cosa deciderà il sindaco che pure per Antonella Matticoli avrebbe in mente un piccolo cambio. Per quanto riguarda l’assessora allo Sport potrebbe arrivare la delega al Turismo.
Sonia De Toma, impegnata da mesi nella ricollocazione delle scuole e nell’approdo in via Mazzini del corso di laurea di Infermieristica, non dovrebbe subire nessuno stravolgimento, mentre il vicesindaco Cesare Pietrangelo dovrebbe occuparsi anche di Servizi demografici.
E ancora. L’assessora al Suap, Emanuela Guglielmi, riceverebbe direttamente dalle mani del sindaco la Polizia Municipale con d’Apollonio che terrebbe per sé Bilancio, Finanze, Tributi, sicurezza dei cittadini, progetti strategici per la città e comunicazione istituzionale.
Dall’esecutivo non arrivano conferme, anzi Chiacchiari sostiene che non ci siano state ancora comunicazioni ufficiali e che prima di ogni decisione si dovranno ascoltare anche i capigruppo.
Certo è che ormai la questione è sul tavolo da luglio e dopo quanto accaduto in Regione, con il centrodestra di nuovo compatto e con i malumori in maggioranza, vedi l’addio dell’ex capogruppo di ‘Isernia in comune’ Tonino Antenucci che è approdato all’opposizione, nelle file di ‘Isernia migliore’, l’annunciata rimodulazione appare un provvedimento imminente.
Non ci saranno nuovi assessori, come d’Apollonio ha ribadito più volte, ma cambi di deleghe per ottenere quelle motivazioni ulteriori a dare un’accelerata alla macchina.
Resta da vedere se a livello politico le scelte del sindaco non produrranno ulteriori polemiche, considerando che anche dalla parte della minoranza c’è chi scalpita per ottenere un ‘riconoscimento’, magari in cambio di un appoggio.
VC

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.