Menù

Isernia, terminal bus sempre più luogo di spaccio: fermato nigeriano

Isernia, terminal bus sempre più luogo di spaccio: fermato nigeriano

La pedana utilizzata dagli amanti dello skateboard al Terminal bus è l’ultima trovata di due pusher stranieri utile a nascondere la droga. A scoprire il sistema sono stati i poliziotti della Squadra Volanti, che nelle scorse ore hanno attuato l’ennesimo blitz nel pieno centro di Isernia.
E quell’area della città si conferma ancora una volta luogo prediletto dai piccoli spacciatori per smerciare sostanze stupefanti. Del resto questa non è la prima volta che la Polizia rinveniva sacchetti e bussolotti nascosti.
Era accaduto qualche giorno fa, quando grazie all’ausilio di un cane antidroga venne scovata in un’aiuola della marijuana suddivisa in dosi pronte da vendere, ma era successo anche l’inverno scorso e in questo caso il ‘carico’ era stato occultato in una colonna del Terminal.
I due agenti della Volanti, in quest’ultimo caso, hanno notato i due giovani fermi proprio nei pressi dell’area in cui sostano gli autobus. Si vedeva chiaramente il loro fare sospetto e anche il loro nervosismo alla vista dei poliziotti. Si è proceduto quindi al controllo di entrambi e proprio durante l’accertamento uno dei ragazzi ha mostrato un atteggiamento ambiguo. Ultimate le verifiche si è allontanato velocemente, come se pressato dall’ansia di fare qualcosa.
Gli agenti non lo hanno perso di vista e lui, non accorgendosi di essere osservato, è tornato sui suoi passi, dirigendosi furtivamente verso l’attrezzo utilizzato per le acrobazie sugli skateboard. Dopo essersi guardato intorno con circospezione, ha prelevato alcuni involucri nascosti alla base della pedana. È stato in quel momento che è scattato il blitz. I poliziotti hanno immediatamente raggiunto il ragazzo, bloccando il suo tentativo di fuga. In tasca aveva diverse dosi di marijuana, per un totale di 10 grammi, e la somma di 30 euro.
Il giovane, 25enne cittadino nigeriano, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’operazione messa a segno al Terminal conferma quanto la repressione dello spaccio sia una delle priorità della Questura. Obiettivo che viene perseguito quotidianamente anche attraverso iniziative di prevenzione, rivolte in particolare ai giovani.
VC

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.