Menù

Venafro, Liberty rossa contro la violenza sulle donne

Palazzina Liberty illuminata di rosso per sensibilizzare contro la violenza sulle donne. È questa l’iniziativa dell’amministrazione comunale in adesione alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne in programma domani. Le cronache nazionali con cadenza praticamente quotidiana raccontano di “femminicidi”. Innumerevoli sono poi le situazioni di violenza tra le mura domestiche che sfuggono a qualsiasi statistica.
«La violenza contro le donne, sia essa fisica, psicologica o economica, sembra espandersi sempre di più, coinvolgendo tutte le età e la società nella sua interezza, spiccatamente in ambiente domestico – afferma la consigliera Annamaria Buono che, delegata dall’amministrazione, sta curando l’iniziativa -. Donne amate a parole ma uccise da uomini loro vicini per un malinteso concetto di esclusività, da uomini non in grado di seguirle nella loro evoluzione di persone, da uomini straniati, disorientati, violenti, impauriti. Donne non ancora sentite come uguali e complementari».
In effetti, «l’aumento del fenomeno, molto più conosciuto rispetto al passato in cui era taciuto e negato, è merito della grande visibilità mediatica di atti drammatici, ultimo vicino a noi l’uccisione di Antonella e di Rosanna a Vairano Scalo, che determinano una presa di coscienza a livello sociale globale e del coraggio delle donne che, con nuova consapevolezza, riescono a denunciare situazioni ormai insostenibili per sé e per la salvaguardia dei figli. La violenza si riverbera infatti in tutto l’ambiente familiare coinvolto, determinando pesanti conseguenze psicologiche soprattutto sui minori, che assistono impauriti e impotenti».
Pertanto, l’amministrazione comunale venafrana guidata dal sindaco Alfredo Ricci «condivide gli intenti della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e intende sviluppare massima attenzione al fenomeno attraverso lo sviluppo di percorsi conoscitivi e di progetti di supporto personali e familiari, attraverso la sinergia delle politiche sociali, della cultura e delle pari opportunità».
Da oggi, per ricordare e stimolare la riflessione, la palazzina Liberty sarà dunque illuminata di rosso e le sedi istituzionali del Comune saranno sedi di installazioni di scarpe rosse, simbolo ormai internazionale di questa giornata, perché parlino al cuore e alla mente di tutti. «Scarpe rosse perché considerate da sempre simbolo di una femminilità gioiosa che ogni donna vuole e deve esprimere liberamente e senza costrizioni; perché rappresentano chi avrebbe potuto portarle ed è stata uccisa e urlano lo strazio, la vergogna, la paura e la condanna», spiega la consigliera Annamaria Buono di una amministrazione che “abbonda” di rappresentanti del genere femminile.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.