Menù

Campomarino, due banditi entrano in casa e picchiano mamma e figlio disabile

Due le piaghe criminali nel territorio di Campomarino, lo spaccio di droga e l’asse furti-rapine. Ancora un episodio violento nella tarda serata di lunedì, in contrada Ramitelli. Bersaglio dei malviventi una villetta in cui era atteso un antennista, ma a bussare all’uscio sono stati i due malviventi, col volto coperto da passamontagna. Erano le 20.25. La donna ha subito un colpo al volto e uno alla schiena, cadendo a terra.
Il figlio disabile si è scagliato contro i rapinatori, ma anche lui è stato colpito al volto. Loro, di corporatura esile, dall’accento pugliese, come ha avuto modo di riferire dopo ai Carabinieri, puntavano ad arraffare oro e preziosi, probabilmente per rivenderli a qualche ricettatore e farsi i soldi per la droga, non è escluso, infatti, che fossero tossici.
A facilitare il loro ingresso il cancello rimasto aperto e altra cosa molto probabile sono stati narcotizzati cani, che invece solitamente fanno un gran baccano.
I due banditi non hanno potuto agguantare l’oro, ma hanno preso tutti i soldi presenti in casa, circa 1.200 euro in contanti.
La donna dopo che i due si sono volatilizzati, ha chiamato sia i Carabinieri della stazione di Campomarino che il 118. Un’esperienza terribile.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.