Menù

Dal Matese il ministro Costa lancia l’idea del “Paese-parco”

Il deputato Antonio Federico, che alla Camera è componente della commissione Ambiente, e i consiglieri regionali Vittorio Nola e Angelo Primiani. Questa la delegazione 5 Stelle che ha preso parte ieri all’incontro con il ministro Sergio Costa sul Parco nazionale del Matese che si è svolto al confine fra Molise e Campania.
Il ministro ha ribadito il suo obiettivo di ragionare dell’Italia come di un ‘Paese-parco’: l’idea di fondo, cioè, è che tutela ambientale e sviluppo del territorio camminano insieme.
«Ma serve concretezza: quindi bisogna assicurare ai cittadini sostegno culturale, morale ma anche economico, perché non serve l’ambientalismo da salotto. In questo senso – il commento di Federico – il ministro ha annunciato il cambio di assegnazione dei fondi legati al protocollo di Kyoto e al climate change: I fondi legati all’efficientamento energetico di scuole e ospedali saranno assegnati prima nelle zone di parco. E dato che i parchi si fanno insieme, cogliendo anche i problemi segnalati dai cittadini e spesso collegati allo sviluppo, è già in programma l’inserimento della fiscalità di vantaggio ambientale nelle zone parco, perché non è giusto solo chiedere sacrifici ai cittadini ma bisogna tutelarli e garantirgli aiuto».
Un incontro proficuo, secondo Primiani. «Si è discusso – ha spiegato – sulla necessità di coinvolgere i cittadini affinché il Parco non sia “calato dall’alto” ma nasca da un percorso di partecipazione e coinvolgimento di chi, quel territorio, lo vive quotidianamente. Come rappresentanti delle istituzioni del Molise, abbiamo messo in luce il paradosso che vive quell’area che, seppur considerata di alto valore ambientale, è spesso oggetto di interventi maldestri che sacrificano l’ambiente, senso penso al sito di compostaggio di Sassinoro o alle autorizzazioni ad insediare nuove pale eoliche». Sul punto, il ministro ha proposto alla Campania una moratoria in attesa che l’iter di costituzione del Parco sia completato. «Un segnale di vicinanza importante da parte del governo nei confronti del nostro territorio», ha concluso Primiani.
Al capo segreteria del ministro, ha fatto sapere Nola, è stato chiesto un incontro ad hoc con Costa.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.