Menù

Piscina comunale di Isernia: pronto il nuovo progetto da due milioni di euro

Nuovo passo avanti nell’iter che consentirà agli amanti del nuoto, si spera in tempi ragionevoli, di poter praticare il loro sport preferito usufruendo della piscina comunale di Isernia. Dopo il via libera allo stanziamento dei finanziamenti, nei giorni scorsi dalla Giunta di Palazzo San Francesco ha approvato il progetto di fattibilità tecnico ed economico relativo ai lavori di demolizione e ricostruzione dell’impianto di contrada Le Piane.
Il progetto, realizzato interamente dai professionisti dell’area tecnica del Municipio, è stato redatto e approvato sulla base delle risorse, pari a due milioni di euro, che la Regione Molise ha messo a disposizione dell’ente lo scorso mese di gennaio.
Un impianto che, stando al progetto, sarà un nuovo volano di sviluppo per il territorio e che sarà destinato in particolare ai più giovani per trasmettere loro l’importanza della attività fisica anche come momento di svago.
Dopo i due bandi andati deserti perché considerati poco vantaggiosi dagli operatori economici, la scorsa estate il Comune inoltrò alla Regione la richiesta di finanziamento per un progetto di demolizione e ricostruzione della piscina comunale. «Il nostro obiettivo principale – hanno più volte ribadito il sindaco Giacomo d’Apollonio e l’assessora allo Sport Antonella Matticoli -, infatti, non era quello di riaprire la vecchia struttura, ormai obsoleta e inadeguata rispetto ai criteri della federazione italiana nuoto, ma quello di consegnare alla città un impianto completamente nuovo e ampliato, omologabile secondo i regolamenti federali e utilizzabile anche per gare di livello nazionale. Il progetto proposto appariva a molti troppo ambizioso, ma noi abbiamo sempre creduto nella sua validità, e con noi la giunta e l’intera maggioranza consiliare che ringraziamo per il sostegno dato all’approvazione dell’opera. Per il Comune, il finanziamento ottenuto è motivo di grande soddisfazione, poiché Isernia si arricchirà d’una imponente opera pubblica – hanno concluso d’Apollonio e Matticoli –. La città avrà un impianto sportivo modernissimo e funzionale, che sarà messo a disposizione dei cittadini ma anche e degli istituti scolastici, per consentire agli studenti di accedere facilmente all’attività natatoria, che è una delle più complete e formative fra le discipline motorie».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.