Menù

Sezioni Primavera a Bojano, finanziati due progetti dalla Regione Molise

Sezioni Primavera a Bojano, finanziati due progetti dalla Regione Molise

La Regione Molise ha finanziato al Comune di Bojano due progetti di sezione Primavera per i bambini dai 2 ai 3 anni (24 – 36 mesi). È un’offerta educativa che, come è noto, va a integrare le strutture dei Nidi e delle scuole d’Infanzia.
La giunta di Palazzo San Francesco, infatti, nei giorni scorsi ha preso atto della determina dirigenziale n. 5983 del 12 novembre scorso, con la quale la Regione aveva reso ammissibili e finanziato i due progetti di sezione Primavera per l’anno educativo 2018/2019, ricadenti appunto sul territorio comunale di cui uno presso il Micro-nido di via Galileo Galilei per un contributo pari a 32mila 160 euro, l’altro presso la scuola dell’Infanzia di via don Albino Jovich nella frazione di Monteverde per un contributo pari a 21mila 440 euro, per un totale di 53mila 600 euro, entrambi presentati dalla cooperativa sociale Isis di Campobasso. Il responsabile del Primo settore aveva già provveduto, con determina n. 625 del 22 novembre 2018 a prendere atto del citato finanziamento e che la cooperativa Isis per evitare la revoca del finanziamento ha già provveduto ad attivare il servizio nei tempi indicati e previsti dalla Regione Molise. In sostanza quello della giunta municipale è solo un atto formale di presa d’atto di un finanziamento già assentito e di un servizio già funzionante. L’esecutivo di Palazzo San Francesco del resto aveva, nell’ottobre scorso, espresso l’intendimento di voler partecipare all’avviso pubblico regionale per la concessione di voucher di conciliazione per servizi per la prima infanzia (Sezioni Primavera), presentando la propria candidatura sulla piattaforma Mosem, così come indicato dalla stessa Regione Molise, con due progetti presentati dalla citata cooperativa che era stata individuata per l’attivazione del servizio di cui trattasi dall’Ente di viale dei Pentri attraverso una procedura di evidenza pubblica. Il Comune di Bojano, così come previsto, si è impegnato a cofinanziare i progetti nella misura di almeno il 10% dell’importo in forma non monetaria (utenze, uso dei locali ecc.) del finanziamento regionale concesso. Il sindaco Di Biase è stato demandato per la sottoscrizione delle relative convenzioni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.