Menù

Roccapipirozzi, provano a rubare mezzi pesanti: beccati e arrestati dai Carabinieri due giovani romeni

Roccapipirozzi, provano a rubare mezzi pesanti: beccati e arrestati dai Carabinieri due giovani romeni

Stavano per mettere a segno un autentico “colpaccio” i due romeni beccati e arrestati l’altra notte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile.
La coppia di giovanissimi ladri, 20 e 22 anni, aveva forzato il cancello di ingresso e già predisposto tutto per asportare due mezzi pesanti e una Terna di ultima generazione quando un dipendente della ditta con sede a Roccapipirozzi, mentre si accingeva ad entrare in azienda pronto per effettuare un viaggio, ha notato le luci accese in un camion e delle persone scappare per le campagne. Scattato l’allarme, sul posto sono subito confluite le pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di Venafro.
Dopo un sopralluogo nell’azienda, i militari si sono messi alla ricerca dei fuggitivi. Al termine di una lunga perlustrazione durata due ore, senza mai desistere dalla ricerca, intorno alle 6 del mattino i Carabinieri hanno notato due persone sporche di olio e fango nei pressi di via Campania. Identificati e fermati, i militari hanno scoperto che sullo smartphone di uno dei due malviventi era attiva la posizione gps che nell’orario del tentativo di furto collocava la banda nell’azienda.
I due romeni sono stati quindi tratti in arresti per aver tentato un furto del valore complessivo di 200.000 euro. Per i gravi indizi individuati dagli investigatori si è proceduto al fermo e al trasporto dei ladri provenienti da Ottaviano (Napoli) nel carcere di Isernia a disposizione della magistratura. A carico dei due anche precedenti per furto e per furto di autocarro. I militari hanno appurato pure la compatibilità delle impronte lasciate sui mezzi con le scarpe indossate dai giovani. Le indagini intanto proseguono nella ricerca dei complici che non sono riusciti a recuperare i due ventenni in quanto braccati dai Carabinieri. All’esame degli inquirenti anche i tabulati telefonici per verificare se i fermati si sono macchiati di altri furti.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.