Menù

Termoli, colpo a sorpresa nel centrodestra: spunta il nome di Malorni

Termoli, colpo a sorpresa nel centrodestra: spunta il nome di Malorni

Elezioni amministrative, spunta la figura di Nicola Malorni per i moderati. Chi sarà il candidato sindaco del centrodestra al Comune di Termoli? Ieri abbiamo pubblicato le dichiarazioni di Antonio D’Aimmo, che pur non declinando una possibile avventura politico-elettorale in riva all’Adriatico, ha evidenziato che nessuno fino a ieri gli ha chiesto una disponibilità alla discesa in campo. In città amministratori e dirigenti sono avvitati attorno a evidenti aspirazioni e ambizioni, c’è chi ha già fatto nomi, vedi Fratelli d’Italia con Silvana Ciciola, c’è Forza Italia che potrebbe chiedere al suo coordinatore provinciale e capogruppo Francesco Roberti, dopo 17 anni di militanza e 4 mandati sotto le insegne azzurre di fare il grande passo. Non dimentichiamo Direzione Italia e Prima Termoli in tandem e ticket pro Antonio Di Brino. Giace e arde sotto la cenere il fuoco sacro dell’imperituro Remo Di Giandomenico, così come vi sono anche altri aspiranti primi cittadini a capo di alcune liste civiche. Ma nel marasma generale, è uscita la proposta di matrice leghista e non sarebbe nemmeno dell’ultima ora, ma cesellata nel corso del tempo: il presidente degli Psicologi del Molise Nicola Malorni, che Luigi Mazzuto- guarda caso titolare del Welfare alla Regione – vorrebbe calare come asso sul tavolo del centrodestra, tavolo al quale si siederà solo se verranno estromesse le pasionarie di Prima il Molise, Filomena Calenda e Aida Romagnuolo, coi loro accoliti. Insomma, è questo il coup de theatre che l’assessore-coordinatore ha in serbo e su cui ha lavorato, un esponente della società civile, nominativo già sussurrato evidentemente anche a livello nazionale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.