Menù

Furto in periferia a Isernia, il ladri rubano monili d’oro e 650mila lire

È partita la caccia ai malviventi autori del furto messo a segno nelle scorse ore in casa di un pensionato che vive nella periferia di Isernia. Dall’appartamento sono spariti diversi monili d’oro e la somma contante di 650mila lire, banconote in vario taglio del vecchio conio. Il caso è stato affidato ai Carabinieri che hanno avviato le indagini del caso per identificare gli autori del colpo, dopo aver raccolto la denuncia della vittima. Secondo quanto ricostruito fino a questo momento, i ladri hanno atteso che in casa non ci fosse nessuno. Quindi, una volta certi di poter agire indisturbati e lontani da occhi indiscreti, sono riusciti ad entrare nell’abitazione. Una volta dentro, hanno cominciato a rovistare in ogni stanza, mettendo a soqquadro l’intero appartamento. Alla fina hanno trovato quello che cercavano: dei monili d’oro. Non soltanto. Sono riusciti a trovare anche delle banconote del vecchio conio: 650mila lire che il proprietario di casa custodiva gelosamente come ricordo. Una volta messo insieme il bottino, i malviventi sono fuggiti riuscendo, almeno per il momento, a far perdere le proprie tracce. Brutta sorpresa per il pensionato che appena è rientrato si è subito accorto di essere stato vittima di un furto in piena regola. Con dispiacere ha scoperto che, oltre ai preziosi, erano sparite anche le banconote a cui teneva molto.
Così, senza perdere neppure un minuto di tempo, ha lanciato l’allarme, chiedendo l’intervento dei Carabinieri, che si sono precipitati sul posto. I militari hanno eseguito i rilievi del caso e hanno ascoltato la testimonianza della vittima del furto in cerca di elementi utili per dare un volto e un nome agli autori del colpo. Al contempo, continua il monitoraggio capillare e costante del territorio da parte degli uomini dell’Arma impegnati quotidianamente nel prevenire e contrastare reati che, come i furti, creano maggiore allarme sociale. Anche perché spesso ad esserne vittima sono persone anziane.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.