Menù

Corpus Domini, è fatta: arrivano Le Vibrazioni e Luca Carboni

I loro nomi erano già nell’aria ma la conferma ufficiale da Palazzo San Giorgio è arrivata ieri mattina: i protagonisti del doppio concertone dell’edizione 2019 del Corpus Domini saranno la band Le vibrazioni e il cantante Luca Carboni.
Un format che si rinnova anche quest’anno, dunque, quello del doppio appuntamento con la musica live con ospiti d’eccellenza, al quale si unisce l’ormai consueto contest dedicato alle band giovanili locali in memoria del compianto campobassano Gianluca Fuso. La decisione è stata confermata dal sindaco di Campobasso Antonio Battista, l’assessore alla Cultura Lidia De Benedittis e il presidente della commissione Cultura Giovanna Viola.
Gli ospiti, come da prassi consolidata, si esibiranno in due serate: sabato e domenica.
La band musicale Le Vibrazioni è composta dal cantante e chitarrista Francesco Sarcina, principale compositore, il chitarrista e tastierista Stefano Verderi, il bassista Marco Castellani e il batterista Alessandro Deidda. Il gruppo fa il suo esordio nel 2003 con il singolo Dedicato a te, certificato disco di platino dopo poche settimane. Nello stesso anno Le Vibrazioni pubblicano il loro primo album, “Le Vibrazioni”, le cui vendite superano le 300.000 copie. Tra i loro brani più noti “In una notte d’estate” e “Vieni da me”, pezzi che hanno consacrato il loro successo nazionale. Il loro secondo album, “Le Vibrazioni II”, esce nel 2005 ottenendo il disco d’oro. Sempre nel 2005 partecipano al festival di Sanremo con il brano Ovunque andrò.
L’anno successivo esce il loro terzo album, “Officine meccaniche”, con brani che spaziano dalla musica melodica al rock. Nel 2008 il bassista Marco Castellani, lascia il gruppo per dedicarsi ad un altro progetto. Nel 2010 pubblicano l’album “Le strade del tempo”.
Nel 2017 il gruppo ritorna sulle scene musicali con la formazione originaria durante un’esibizione all’annuale Radio Italia Live. A dicembre la band viene annunciata tra i partecipanti al Festival di Sanremo 2018, con il brano Così sbagliato. A febbraio dello stesso anno la pubblicazione del loro ultimo album, “V”.
Grande attesa anche per il cantautore e musicista bolognese Luca Carboni. A 14 anni, fonda i Teobaldi Rock insieme a Andrea Bellodi, Giovanni Cannamela, Antonello Giorgi, Nicola Lenzi e Marco Toschi. Carboni ha il ruolo di chitarrista e compositore. Le prime prove del gruppo avvengono in parrocchia. La sua ‘occasione d’oro’ però arriva con gli Stadio, che leggono un suo testo – lasciato all’Osteria da Vito, all’epoca luogo di ritrovo di cantautori e musicisti – e gli propongono di scrivere un pezzo per il loro primo album. Nel 1982 scrive Navigando controvento, che sarà pubblicato nell’album Stadio. Per il cantante dagli ’80 in poi sono anni d’oro: pubblica diversi album di successo, dal primo “…intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film”, fino all’ultimo pubblicato a febbraio dal titolo “Sputnik”. Tra i suoi maggiori successi ricordiamo “Ci vuole un fisico bestiale”, “Le ragazze”, Io non voglio” e “Mare mare”.
Il budget stanziato per la realizzazione degli eventi, che vedranno la città ‘invasa’ da turisti e amanti della tradizione dal 20 al 23 giugno, si aggira intorno agli 80mila euro.
Questo il programma ufficiale: giovedì 20 giugno spettacolo teatrale in piazzetta Palombo dal titolo “Il viaggio di ‘900”; venerdì 21 esibizione delle band giovanili contest “Gianluca Fuso”; sabato 22 concerto de Le Vibrazioni mentre domenica 23 giugno, sempre sul palco di Piazza della Repubblica, salirà Luca Carboni. Anche quest’anno, dunque, la musica di qualità sarà la protagonista numero uno degli eventi legati al Corpus Domini.

Fonte foto Carboni: rollingstone

Fonte foto Le Vibrazioni: iodonna

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.