Menù

A Trivento una stele in memoria della dottoressa Rita Fossaceca

Sabato scorso alla dottoressa Rita Fossaceca, barbaramente uccisa il 28 novembre 2015 in Kenya, è stato intestato il poliambulatorio di via Acqua santianni. All’interno della stessa struttura, in cui è ospitato anche il centro diurno per disabili “Raggio di luce”, l’associazione “Cielo e terra” le ha dedicato una colonna rivestita con decine di piccole farfalle colorate con la scritta “In memoria della dottoressa Rita Fossaceca”.
Le farfalle sono state realizzate dai ragazzi che frequentano il laboratorio del centro diurno che è stato sostenuto anche dalla onlus “ForLife” di cui Rita Fossaceca è stata una delle fondatrici. Infatti, la dottoressa, che da diversi anni lavorava presso l’ospedale di Novara, non si occupava soltanto dei bambini africani ma anche di molte altre realtà italiane bisognose di aiuto, dalle parrocchie alle scuole passando per strutture come quella gestito da “Cielo e terra”. La colonna con le farfalle che ricorda Rita è un messaggio di pace e di bellezza per tenere viva la memoria di chi per gli altri ha sacrificato la propria vita. Sabato scorso all’interno del poliambulatorio è stata scoperta una targa che ricorda la medaglia d’oro al valor civile alla memoria che il Presidente della Repubblica Mattarella ha consegnato nel 2016 ai familiari per ricordare lo straordinario valore umano di Rita. A distanza di quasi 4 anni, la dottoressa triventina fu uccisa nei pressi del villaggio di Mijomboni dove si era recata per l’associazione umanitaria “ForLife” di cui era vice presidente nazionale, la sua memoria, come dimostrano le tante manifestazioni che si sono tenute in tutt’Italia, è ancora viva nella mente e soprattutto nel cuore di tutte le persone che l’hanno conosciuta e apprezzata per la sua disponibilità nei confronti degli altri.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.