Menù

Ad Agnone scuola senza palestra, il Comune presenta un progetto all’avanguardia

Il polo scolastico di Maiella, inaugurato nel gennaio scorso, a breve potrebbe avere una palestra funzionale. L’ufficio tecnico del Comune di Agnone, sotto la spinta della maggioranza Marcovecchio, ha provveduto a redigere il progetto che a sua volta dovrà essere finanziato dalla Regione Molise chiamata a reperire fondi statali così da realizzare il “braccio mancante”. Ad oggi infatti gli studenti delle scuole medie dell’istituto omnicomprensivo “G.N. D’Agnillo” non hanno una palestra a disposizione per poter svolgere le regolari lezioni di educazione fisica. Alla vigilia del 2020 accade anche questo. Un handicap non di poco conto soprattutto se si considera di avere a che fare con un polo scolastico di ultima generazione. È così che per sanare la problematica il Comune ha dato mandato ai suoi tecnici affinché da completare il puzzle con la struttura sportiva. Stando al progetto, l’opera dovrebbe nascere adiacente al polo nell’area fino a qualche anno fa che fungeva da villa comunale, ma attualmente impresentabile (come testimoniano le foto) complice la destinazione a deposito di cantiere della ditta esecutrice dei lavori. Nello specifico, i progettisti hanno previsto una struttura per lo più semi-interrata che in altezza non superi la prima balconata del polo. Inoltre la novità assoluta sarà rappresentata dalla parte superiore della palestra che sarà trasformata in un tetto-giardino con accesso a chiunque.
Il costo dell’intera opera sarà pari a 1,2 milioni di euro.
«È un’idea progettuale all’avanguardia sulla quale contiamo molto visto che riqualificherà spazi abbandonati – afferma il sindaco, Lorenzo Marcovecchio -. Certo, ci sarà da superare l’ostacolo del finanziamento, ma anche in questo caso puntiamo sull’impegno assunto dell’assessore regionale ai Lavori pubblici Vincenzo Niro che in occasione dell’inaugurazione della nuova scuola ha espresso la chiara volontà di completare definitivamente l’infrastruttura».
In attesa che ciò avvenga allo studio della dirigenza scolastica la possibilità di stipulare una convenzione con i gestori della piscina provinciale per consentire agli studenti di svolgere le ore di educazione fisica.
Ma non è tutto. Perché sempre l’ufficio tecnico ha preparato altri due progetti dal costo di circa 800mila euro per garantire l’ultimazione del piano terra da adibire ai bambini della materna, nonché l’abbattimento delle barriere architettoniche del vecchio plesso di Maiella.
LABORATORI E CUCINE ALBERGHIERO. In tema di edilizia scolastica, la Provincia di Isernia, tramite l’ingegnere Pasqualino De Benedictis, annuncia l’imminente partenza dei lavori per completare i laboratori e le cucine dell’istituto Alberghiero che oggi si appoggia su una struttura messa a disposizione da un privato. In merito atteso a giorni l’accreditamento in via Berta della somma di 165mila euro da parte della Regione Molise che di fatto darà il via alle opere. «Se tutto filerà per il verso giusto – l’augurio di De Benedictis, responsabile del settore edilizia scolastica in Provincia – i ragazzi potranno prendere possesso dei nuovi locali a partire dal mese di settembre con l’avvio del nuovo anno scolastico».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.