Menù

La Triplice in piazza a Roma, Boccardo: vicini ai nostri precari

La Triplice in piazza a Roma, Boccardo: vicini ai nostri precari

Sblocco immediato del turnover e rinnovo di tutti i contratti. Ieri, a Roma, è scesa di nuovo in piazza la Triplice per chiedere al governo centrale impegni concreti e una nuova finanziaria fatta di investimenti reali sul sociale, dando di nuovo respiro al Paese.
A partecipare anche la delegazione del Molise, partita all’alba alla volta di Roma «per dare forza all’azione sindacale e portare la voce dei nostri lavoratori pubblici e di tutti i colleghi precari» spiega il segretario regionale della Uil, Tecla Boccardo. «La Uilfpl, la Uilpa, la Funzione pubblica della Cgil e la CisI Funzione pubblica hanno promosso una Mobilitazione Nazionale di tutti gli operatori dei servizi pubblici. In migliaia in piazza per chiedere lo sblocco immediato del turnover e il rinnovo di tutti i contratti pubblici e privati, per la stabilizzazione di tutti i precari, per cancellare le iniquità e le disparità del sistema previdenziale sia nel settore pubblico che privato, per rivendicare più investimenti nei servizi pubblici e contrastare i processi di esternalizzazione, per rafforzare la clausola sociale e la parità di trattamento tra lavoratori del settore pubblico e del settore privato». Sindacati che hanno manifestato unitariamente, come sottolinea ancora il vertice regionale della Uil «per chiedere l’avvio di un vero processo di razionalizzazione della spesa pubblica e di lotta agli sprechi e alla corruzione e per sollecitare finanziamenti adeguati al Servizio Sanitario Nazionale per le Politiche Sociali».
Confederazioni che hanno messo in guardia il governo, non escludendo anche una grande mobilitazione generale in autunno.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.