Menù

È il giorno degli esami di Maturità, 2117 studenti della provincia di Campobasso chiamati ad affrontare la prima prova

È il giorno degli esami di Maturità, 2117 studenti della provincia di Campobasso chiamati ad affrontare la prima prova

È il giorno più temuto dagli studenti, è il giorno della Maturità. Questa mattina i 2117 studenti delle superiori della provincia di Campobasso, secondo i dati riferiti dall’Ufficio scolastico regionale, si cimenteranno con la prima prova, uguale per tutte le scuole, ovvero il tema d’Italiano.
Una prova che, in base alla riforma del Miur e alla circolare del 4 ottobre e dal DM del 26 novembre 2018, ha subito alcune modifiche rispetto agli anni precedenti. Gli studenti potranno infatti scegliere tra tre tipologie e 7 tracce. Cambia pure la seconda prova, in programma domani, che sarà multidisciplinare.
Per il Liceo Classico il Miur ha deciso che la seconda prova sarà di latino e greco e composta da una versione corredata da informazioni sintetiche sull’opera e da tre quesiti sulla comprensione e interpretazione dei brani proposti.
Per il Liceo Scientifico il Miur sceglierà una prova mista di matematica e fisica e gli studenti potranno scegliere tra uno fra due problemi e 4 fra 8 quesiti proposti
La seconda prova 2019 per i ragazzi del liceo linguistico verificherà le competenze degli studenti in lingua e cultura straniera 1 e lingua e cultura straniera 4. Sarà composta da una prima parte sulla comprensione di due testi scritti con 15 domande aperte o chiuse; produzione di due testi scritti: uno argomentativo e l’altro narrativo o descrittivo.
Al Liceo delle scienze umane la seconda prova consiste nella trattazione di un argomento antropologico o pedagogico o sociologico.
E a poche ore dalla prima prova il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Anna Paola Sabatini, ha augurato buona fortuna agli studenti:«Cari studenti, a tutti voi un grande in bocca al lupo per il vostro esame di maturità.
È un momento di passaggio e di crescita che resterà scolpito per sempre nel vostro percorso di vita. Per questo il mio consiglio è di affrontarlo come una sfida personale, a testa alta. Non abbiate paura -ha concluso Anna Paola Sabatini – e dimostrare quanto valete, perché voi siete la generazione che cambierà il mondo».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.