Menù

Inseguiti dai Carabinieri si schiantano in pieno centro a Isernia

Inseguiti dai Carabinieri si schiantano in pieno centro a Isernia

Quando si sono trovati di fronte una pattuglia dei carabinieri che gli intimava l’alt, hanno ben pensato di non fermarsi. Anzi, in tutta risposta hanno persino provato a seminare i militari che li stavano inseguendo, schiantandosi contro un cartello stradale. Un gesto costato caro a due giovani isernini visto che, la termine di un rocambolesco inseguimento, si sono beccati una multa piuttosto salata.
Tutto è cominciato l’altra notte durante un servizio di controllo eseguito i città dai carabinieri della locale Compagnia. L’auto con a bordo i due ragazzi stava transitando lungo una delle strade del centro e i militari hanno deciso di fermarla per eseguire le verifiche di routine. Difficile pensare cosa abbia indotto i due giovani ad eludere il posto di controllo. Fatto sta che il ragazzo alla guida ha premuto il piede sull’acceleratore, convinto che potesse – in qualche modo – farla franca. È iniziato così l’inseguimento lungo le vie del capoluogo. E nel tentativo di seminare la pattuglia dell’Arma, il giovane al volante all’improvviso ha perso il controllo del mezzo che si è schiantato contro un cartello stradale. Un episodio che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi. Fortunatamente i due giovani sono rimasti illesi. Una volta accertato che stavano bene, i carabinieri hanno proceduto alla loro identificazione e, completate tutte le formalità del caso sono stati sanzionati, in base a quanto stabilisce in questi casi il Codice della Strada. La multa è dunque scattata per danneggiamento di segnaletica, mancanza della patente valida per il veicolo condotto, velocità non commisurata alle situazioni ambientali e guida di veicoli con patente B da meno di un anno.
Intanto vanno avanti senza sosta i controlli dei carabinieri per garantire massima sicurezza sulle strade del capoluogo e del resto della provincia di Isernia. Controlli costanti vengono infatti eseguiti in maniera capillare ed estesi all’intero territorio, anche per assicurare il rispetto delle regole previste da Codice della Strada.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.