Menù

Centro di Campobasso blindato, Cretella: «Lasciate a casa le auto»

Tre giorni di festa tra sacro e profano. Non c’è Corpus Domini senza ‘invasione’ di bancarelle, circa 300 quest’anno dislocate tra l’area dell’ex Romagnoli, via Gazzani e via Elena. E come ogni anno il centro murattiano è offlimits alle auto per consentire lo svolgimento di tutti gli eventi e la sfilata dei Misteri.
E proprio su questo tema, sulle misure prese dall’amministrazione in tema di mobilità, è intervenuto ieri mattina il neo assessore all’Ambiente, Mobilità e Polizia municipale Simone Cretella che ha incontrato la stampa in piazza Municipio per spiegare nel dettaglio tutte le limitazioni previste fino a domani sera.
Un’occasione anche per lanciare un appello ai cittadini, invitato ad utilizzare l’automobile solo se strettamente necessario: «Come amministrazione chiediamo ai cittadini uno spirito di collaborazione, – ha esordito l’esponente dell’esecutivo 5 Stelle – Campobasso è una città che consente a tutti di muoversi a piedi e nel giro di pochi minuti raggiungere il centro. Per cui, tranne per quelli che vivono nelle estreme periferie, invitiamo tutti in questi giorni di criticità a lasciare le auto a casa e, approfittando anche delle belle giornate, si avrà la possibilità di apprezzare una Campobasso più bella senza auto che respira maggiormente. Per chi abita molto lontano il consiglio è quello di avvicinarsi con le auto senza pretendere di arrivare in pieno centro dove i parcheggi sono già tutti occupati».
Il Comune ha attivato anche quest’anno il sistema delle navette: una dallo stadio Selvapiana con fermata lungo via Monforte, nei pressi del Mercato coperto (e dunque a due passi dal’area dei concerti), una dalla zona industriale (piazzale Primo Maggio) con fermata in via Mazzini, di fronte alla caserma dei Carabinieri.
«È stata creata una cintura attorno al centro murattiano sia alla zona mercatale – ha spiegato l’assessore – con dei filtri e dei blocchi stradali. Chiediamo pertanto ai cittadini di collaborare e laddove c’è un blocco non tentare di forzarlo e aggirarlo».
In questi giorni ‘di fuoco’ l’assessore è impegnato anche nella riorganizzazione della raccolta dei rifiuti e nella pulizia delle strade: «Stiamo lavorando molto sull’immagine della città – ha detto – provvedendo durante le poche ore a disposizione a pulire e sfalciare l’erba laddove era cresciuta oltre misura, stiamo ripulendo anche alcune fontane e alcune piazze. Abbiamo inoltre rimosso anche gli antiestetici cassonetti tradizionali e prevosto una distribuzione capillare dei bidoni nelle zone con maggiore frequentazione, anche quelli per la differenziata perché bisogna incominciare in termini di sostenibilità anche in occasione dei grandi eventi.
Insomma stiamo facendo il possibile per presentare il migliore biglietto da visita a chi verrà in città per il Corpus Domini ».
L’assessore ha voluto poi ringraziare «il personale della Polizia municipale per i servizi ordinari garantiti in questi giorni e per quelli straordinari legati alla mobilità, alla sicurezza e al controllo della zona mercatale. Un ringraziamento anche agli addetti della Sea per la collaborazione e i lavori di pulizia delle aree verdi del centro, soprattutto villa Flora, e per le modalità di raccolta dei rifiuti che dovrà attuare in queste giornate.
Sappiamo che è difficile in giornate come queste, nelle quali la nostra città ospita un numero così elevato di visitatori, procedere a una raccolta differenziata dei rifiuti che vengono prodotti, ma anche in questo caso vogliamo partire sin da subito lanciando i primi importanti segnali. In futuro – ha concluso – mi sento di poter dire che questa del Corpus Domini sarà una festa con zero rifiuti in plastica, così come avviene in tante altre città d’Europa».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.