Menù

Sua maestà la cipolla regina della festa: migliaia di turisti invadono il capoluogo pentro

Il caldo intenso che non ha concesso tregua per l’intera giornata non ha certo scoraggiato le centinaia di persone che, da ieri mattina, hanno affollato le vie del centro di Isernia per essere protagonisti dell’evento più atteso: la Fiera delle Cipolle. Un rito che si rinnova da sempre e che non delude mai le aspettative quello che ogni anno richiama visitatori da ogni angolo del Molise e anche da fuori regione.
Un mercato a ‘cielo aperto’ che ha riempito il capoluogo di colori, suoni e profumi. Tanti anche quest’anno gli espositori che hanno allestito i loro stand proponendo merce di ogni tipo, anche se la vera regina della festa resta lei, la cipolla.
Non è passata inosservata l’assenza, proprio per via del clima proibitivo, di uno dei simboli della manifestazione: Maria Battista, 94 anni, considerata l’ortolana più longeva del Molise. Al suo posto c’erano i figli, che non hanno rinunciato ad essere presenti alla fiera. «Portiamo avanti questa tradizione proprio perché amiamo Isernia, la nostra città – ha infatti sottolineato Benedetto Di Pilla -. Siamo tra i pochi a produrre ancora la cipolla tipica del territorio, a cui riserviamo un intero terreno. Quella di Isernia è una cipolla particolare, riconoscibile perché più tenera e dolce rispetto a molte altre varietà. Caratteristiche che sono ancora più evidenti quando la coltivazione viene eseguita in maniera corretta e, anche il tipo di terreno, incide su queste peculiarità. Quest’anno la nostra produzione è stata anche maggiore rispetto al passato, grazie anche all’impegno di nostra madre, che continua a darci i giusti consigli».
Entusiasta della riuscita dell’evento l’assessore comunale alle Attività Produttive Linda Dall’Olio. «Per me – ha affermato – è una novità vivere la fiera con gli occhi dell’assessore delegato e devo dire che a volte può sfuggire agli occhi dei più l’enorme lavoro di organizzazione che c’è dietro questo evento, bello e complicato, la cui riuscita dipende da mille fattori e mille dinamiche. Da un primo sopralluogo, ho visto una fiera ordinatissima, una distribuzione di spazi e banchi a dir poco perfetta, in linea con tutte le recenti norme di sicurezza e nel rispetto delle esigenze di tutti
Voglio quindi ringraziare tutto lo staff che si è mobilitato: un grazie al Suap in primis che ha fatto un lavoro enorme, in maniera professionale e qualificata, riuscendo a coniugare perfettamente le normative più stringenti con le esigenze più variegate di tutti coloro che si interfacciano con l’evento, un lavoro che viene svolto silenziosamente negli uffici da tutto il personale. Grazie di cuore anche al personale della Polizia Municipale, che senza sosta e con le poche unità a disposizione oggi è presente sin dal mattino per far sì che non venga vanificata tutta l’organizzazione messa in piedi nei mesi passati: un lavoro difficile e stancante per gestire le tantissime esigenze che emergono prima, durante e dopo l’evento. Grazie alla Squadra Operai e ai Servizi dell’Area Tecnica che coordinandosi con il Suap hanno fatto in modo che tutto possa svolgersi in sicurezza così da garantire alla città di vivere questo evento con la massima serenità. La sicurezza è garantita anche dall’importante contributo delle Forze dell’ordine, dei Volontari, della Croce Rossa Italiana e del Comando Vigili del Fuoco. Sono soddisfatta e fortemente convinta che questa Fiera – ha concluso -, che ancora una volta stupisce tutti, che ci unisce e ci fa essere fieri delle nostre origini e delle nostre tradizioni, con queste premesse e con questo staff così partecipe e volenteroso, potrà nel futuro essere ulteriormente arricchita, con nuove iniziative a corredo che la renderanno sempre più accattivante e degna di rientrare nelle pagine illustri della storia di Isernia».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.