Menù

Raccolta differenziata ok a Portocannone

Raccolta differenziata ok a Portocannone

«Siamo soddisfatti per i risultati avuti nel primo quadrimestre del servizio di raccolta differenziata. Soprattutto, considerando che la ditta Giuliani Environment è entrata in corsa a gestire l’igiene urbana sul nostro territorio, rispetto a chi l’ha preceduta che aveva altre logiche organizzative e industriali. Rimarremo al fianco dell’impresa per far sì che le percentuali e il decoro si consolidino sempre di più. Sempre per quello che riteniamo sia fattibile dal punto di vista dell’amministrazione comunale».
Con queste parole, il sindaco di Portocannone, Giuseppe Caporicci, ha commentato i dati relativi al periodo marzo-giugno sulla raccolta differenziata in paese. Ma quali sono i numeri?
«Pubblichiamo i dati delle percentuali di Raccolta Differenziata realizzate nel Comune di Portocannone nello scorso quadrimestre, così come forniteci dall’Azienda Giuliani Environment.
Marzo: 76,49%
Aprile: 85,53%
Maggio: 81,91%
Giugno: 77,75%
Le percentuali sono davvero incoraggianti seppur si nota una lieve flessione nel mese di giugno (circostanza in realtà attesa in considerazione della Festa Patronale e di un consequenziale prevedibile incremento della frazione indifferenziata). Siamo quindi a risultati ampiamente migliori rispetto al 65% di obiettivo minimo prefissato.
Questi dati dimostrano che la Cittadinanza di Portocannone sta interagendo in maniera pienamente matura e responsabile nell’ambito del ciclo di raccolta dei rifiuti, distinguendosi nell’ambito dell’Unione dei Comuni del Basso Biferno per la correttezza dei conferimenti.
Possiamo a questo punto provare a darci un obiettivo sfidante: quello di restare costantemente sopra l’80% di percentuale di differenziata come accade solo nei Comuni più virtuosi d’Italia.
Con l’impegno di tutti e con il sostegno dell’Azienda appaltatrice (alla quale, ed al cui personale, va reso il merito di aver saputo organizzare da subito un livello di servizio più che soddisfacente) è un traguardo possibile. Il primo banco di prova lo avremo nei prossimi mesi estivi; continuiamo a differenziare correttamente e segnaliamo all’Azienda ed all’Amministrazione Comunale eventuali anomalie e suggerimenti per efficientare ulteriormente il servizio.
Buona estate a tutti!»
Il dato medio, relativo all’ultimo quadrimestre del 2019 preso in esame, è ampiamente migliore rispetto alla soglia del 65% fissata come obiettivo minimo nel momento dell’avvio della nuova gestione. Caporicci, incoraggiato dagli ottimi risultati, lancia una sfida puntando l’asticella della percentuale all’80%. «Possiamo a questo punto provare a darci un obiettivo sfidante: quello di restare costantemente sopra l’80% di percentuale di differenziata come accade solo nei Comuni più virtuosi d’Italia. Con l’impegno di tutti e con il sostegno dell’Azienda appaltatrice -alla quale, ed al cui personale, va reso il merito di aver saputo organizzare da subito un livello di servizio più che soddisfacente – è un traguardo possibile». Il primo banco di prova, l’intera comunità, saranno i prossimi mesi estivi: «continuiamo a differenziare correttamente e segnaliamo all’Azienda ed all’Amministrazione Comunale eventuali anomalie e suggerimenti per efficientare ulteriormente il servizio», conclude Caporicci.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.