Menù

Crescita demografica a picco, in Molise è allarme spopolamento

Crescita demografica a picco, in Molise è allarme spopolamento

In Molise è allarme crescita demografica: il saldo della popolazione è in negativo. Gli ultimi dati dell’Istat rilevano una decremento della popolazione pari a -5,9 per mille della popolazione. In tutto abbiamo perso 2mila 876 residenti, ed in totale siamo 305mila 617 abitanti. Nei dati pubblicati ieri dall’Istituto nazionale di statistica, in Molise, il tasso di natalità è poco al di sopra del 6 per mille. Meno figli e popolazione sempre più anziana: il tasso di mortalità infatti è al 12 per mille. Peggio del Molise solo la Liguria che va oltre il 14 per mille. Una fotografia che rispecchia i tempi moderni. Precarietà e difficoltà economiche hanno messo in crisi un’intera generazione. Metter su famiglia con figli a carico, spesso, si traduce in un grande salto nel vuoto senza paracadute. Dall’altro lato, i progressi della scienza e uno stile di vita sano hanno permesso un aumento dell’aspettativa di vita.
Sono, invece, 9.034 le persone che hanno lasciato il Molise, 837 sono andate all’estero, è facile intuire che in massima parte siano giovani in cerca di lavoro. Lo spopolamento peggiore, quello che ipoteca seriamente la possibilità di futuro per un territorio.
Ma l’allarme crescita demografica non riguarda solo la nostra regione. Il dato locale va a braccetto con quello nazionale. In Italia, infatti, dal 2015 si assiste ad un decremento totale della popolazione. Siamo poco più di 60 milioni di abitanti, ben 124mila in meno rispetto al 2017. Calo che si registra, in particolare, per i cittadini italiani. Sono sempre di più quelli che lasciano il Paese – circa 157mila con un aumento di 2mila unità rispetto al 2017 -, e sono sempre meno i bambini che nascono. Un trend negativo, mai così basso dall’Unità d’Italia.
Il saldo, invece, è positivo per i cittadini che hanno acquisito la cittadinanza italiana, complice anche una più alta natalità e «una bassissima mortalità in ragione del profilo giovane di questa popolazione».
E sono in calo anche i cittadini stranieri che lasciano l’Italia (-0,8%) così come sono in calo i cittadini stranieri che hanno acquisito la cittadinanza italiana. Al 1° gennaio 2018 sono 1 milione e 340 mila nella popolazione residente.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.