Menù

Comitati e Forum a tutela del pubblico, Pastore: «A rischio un diritto fondamentale»

A Piazzetta Palombo ci sono tutti i comitati molisani e le associazioni per la difesa della Sanità Pubblica e dei Beni Comuni. L’occasione è l’assemblea regionale per il ripristino ed il rilancio di una sanità pubblica di qualità. Lo spettro di nuovi tagli, il commissariamento che continua da 12 anni e l’impasse dei medici che non rispondono ai concorsi restano il focus.
E con i comitati in piazza c’è anche la politica: nel vecchio mercato Campobassano arrivano anche il sindaco del capoluogo, Roberto Gravina, e quello di Isernia, Giacomo d’Apollonio.
Ad aprire il dibattito il presidente del Forum, Italo Testa. La situazione per l’ex primario di Chirurgia del Cardarelli resta disastrosa.
Problemi della sanità che continuano a interessare i cittadini, in tanti hanno aderito alla manifestazione domenica sera a Termoli per difendere il diritto a nascere sulla costa. Un problema che i cittadini sentono da vicino. «Un tema cogente» volendo parafrasare Lucio Pastore. Per il primario di Isernia «la gente è sempre più interessata ad una partecipazione reale, in ballo c’è la distruzione di un diritto. Ed è questo il punto clou della faccenda. E proprio quando i cittadini capiranno, tutti, che a rischio c’è la perdita di un diritto fondamentale, allora, ci sarà una mobilitazione reale delle persone. E davvero allora si otterranno dei risultati». Significativa per Pastore la presenza dei sindaci: «Vuol dire che anche loro, che hanno in capo la responsabilità della struttura sanitaria, iniziano ad avere qualche problema. E questo li porta a partecipare al di là dei loro schieramenti politici».
D’altra parte ci «sono le esigenze reali della popolazione. E in questo periodo di profonda crisi politica, con una grande incapacità nel fornire risposte, crediamo che partendo da manifestazioni come questa si crei una nuova coscienza, che risvegli la partecipazione attiva della popolazione in difesa e a tutela dei diritti di tutti. In sanità, ma non solo».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.