Menù

L’Opera al laghetto, a Venafro al via le audizioni internazionali per la Tosca di Puccini

Domenica 28 luglio al via le audizioni presso la palazzina Liberty di Venafro, con artisti selezionati, provenienti da diverse nazioni.
A fine agosto, come è noto, si porta in scena La Tosca di Giacomo Puccini, per la seconda edizione de “L’Opera al laghetto”. Presentato l’evento alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Vincenzo Cotugno, del sindaco di Venafro Alfredo Ricci, del presidente della Pro Loco Giustino Guarini. Tra gli altri, presenti il direttore artistico Claudio Luongo, il critico d’arte Antonio Picariello. Illustrati tutti i dettagli di un evento che ha assunto profili internazionali, grazie all’intuizione avuta dall’ideatore Claudio Lungo: «Dopo la Traviata dell’anno scorso, ci siamo fatti le ossa. Quest’anno si è scelto di mettere in scena La Tosca di Giacomo Puccini e abbiamo raccolto adesioni da tutto il mondo. Domenica inizieranno le audizioni e tutti potranno vedere le prove in questa stupenda location. Il ringraziamento va a tutti, una sinergia perfetta tra tutti gli attori coinvolti».
Il sindaco Alfredo Ricci ha sottolineato l’importanza del gioco di squadra: «Dopo la Traviata dell’anno scorso, prima esperienza di questo genere che incantò il notevole pubblico affluito, per quest’anno insieme al Maestro prof Claudio Luongo, che segue la direzione artistica dell’evento, si è scelto di mettere in scena la Tosca di Giacomo Puccini – ha annunciato il sindaco Alfredo Ricci -. Anche quest’anno l’Opera al laghetto sarà il fiore all’occhiello dell’Estate Venafrana, con cui l’amministrazione punterà a suggestionare il pubblico, con un mix del tutto speciale di arte, cultura, storia, paesaggio, così promuovendo le bellezze della nostra città. Ma non solo. Aver puntato su questo evento, significa rilanciare nel mondo l’immagine della nostra città. Ancora una volta voglio ringraziare il presidente Toma e l’assessore Cotugno per la felice intuizione avuta con il bando “Turismo è Cultura”, che, partendo dall’esperienza fatta lo scorso anno, quest’anno consentirà di valorizzare ulteriormente le eccellenze tra gli eventi regionali, per migliorare la promozione turistica del nostro territorio».
L’assessore regionale al Turismo Vincenzo Cotugno ha voluto rimarcare la perfetta sintonia «tra amministrazione comunale e Regione che ha dato i frutti sperati. L’evento “L’Opera al Laghetto” è un unicum, un qualcosa che rilancia l’immagine della città di Venafro e della stessa regione. Puntare sul turismo, la cultura e fare marketing territoriale: questa la ricetta migliore per creare accoglienza, occupazione e ricettività».
Il presidente della Pro Loco, Giustino Guarini, ha dato i “numeri” di una kermesse che oramai è accreditata a livello internazionale. Ci saranno posti a sedere per oltre 500 spettatori, con tribune collocate nel pieno rispetto della normativa sulla sicurezza. Come è noto “L’Opera al laghetto” è stata ammessa a finanziamento nell’ambito del bando regionale “Turismo è Cultura”. La notizia arriva direttamente da Palazzo Cimorelli. Il progetto presentato dall’amministrazione comunale è stato infatti ammesso al finanziamento richiesto di 33.000 euro.
La manifestazione, che vede il Municipio di Venafro come capofila, presentata in partnership con la Pro Loco Venafro e l’associazione “Italians in the world”, consentirà di mettere in scena anche quest’anno un’opera lirica nella suggestiva cornice storico-architettonico-naturalistica della palazzina Liberty.
Marco Fusco

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.