Menù

Schianto sulla statale 17 nei pressi di Pesche, centauro finisce nei guai

Rischia fino a un anno di carcere e una multa salata il motociclista rimasto coinvolto nell’incidente stradale accaduto la settimana scorsa lungo la Statale 17, in territorio del Comune di Pesche. Gli esami eseguiti non hanno lasciato spazio a dubbi: si era messo alla guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti. Per questo, una volta ricostruita la dinamica del caso, gli agenti della Polizia Stradale lo hanno denunciato. Nei guai è così finito il 49enne, residente in un centro della provincia di Milano. L’uomo – come si ricorderà – era alla guida della moto di grossa cilindrata e, insieme a lui viaggiava la moglie. Lo schianto, piuttosto violento, è accaduto mentre transitava lungo la Statale 17 a pochi chilometri dal capoluogo pentro.
A seguito dello schianto, una pattuglia della Polizia Stradale, impegnata in un posto di controllo sul traffico veicolare poco distante dal luogo dell’incidente, è stata allertata dalla Sala Operativa della Questura. Gli agenti si sono così precipitati sul posto e, hanno prestato i primi soccorsi alla coppia rimasta ferita, in attesa dell’arrivo del personale del 118 che ha accompagnato il 49enne e la moglie al pronto soccorso a causa delle lesioni riportate nell’impatto da entrambi. La coppia è stata affidata alle cure dei medici, che li hanno sottoposti a tutti gli esami del caso. La prognosi, per il 49enne, è stata di venti giorni. Mentre le ferite riportate dalla donna sono state ritenute guaribili in una settimana.
Una volta soccorsi i feriti, gli agenti hanno eseguito tutti i rilievi del caso, in cerca di elementi utili per ricostruire l’esatta dinamica e accertare eventuali responsabilità. Grazie alle indagini è stato così possibile stabilire che la moto ha in pratica tagliato la strada a un’auto, che è rimasta coinvolta nello scontro, così come il veicolo che la seguiva. Il conducente infatti non è riuscito a frenare per evitare l’impatto.
A quel punto, così come previsto da Codice della Strada in questi casi, i poliziotti hanno richiesto al personale sanitario di sottoporre il 49enne all’esame tossicologico ed alcolemico. Il drug-test ha dato esito positivo: l’uomo – è stato accertato – aveva assunto sostanze stupefacenti prima di mettersi alla guida della due-ruote. E, così, una volta espletate tutte le formalità del caso, il centauro è stato denunciato. L’accusa formulata nei suoi confronti è guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. Ora, stando alla legge vigente in materia, l’uomo rischia l’arresto da sei mesi ad un anno e l’ammenda da 1.500 a 6.000 euro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.