Menù

Tre giorni di musica, arte e cultura: al via la prima edizione di Oratino Mac

Tre giorni di musica, arte e cultura: al via la prima edizione di Oratino Mac

Musica, arte e cultura: questa la ricetta vincente su cui punta la prima edizione di “Oratino Mac”, la kermesse musicale organizzata dal Comune di Oratino in collaborazione con la Regione Molise.
L’evento, infatti, rientra nell’ambito di “Turismo è cultura” il progetto promosso dalla Regione che si pone l’obiettivo di valorizzare il territorio e di veicolare cultura e tradizioni locali anche al di fuori dei confini regionali. A presentare nel dettaglio gli aspetti dell’attesa manifestazione che si terrà dall’8 al 10 agosto ad Oratino, l’assessore regionale alla Cultura, Vincenzo Cotugno, il sindaco di Oratino, Roberto De Socio e il direttore artistico della manifestazione, il pianista bojanese di fama internazionale, Simone Sala.
«Quest’anno – ha spiegato l’assessore – Turismo è cultura sta alzando l’asticella della qualità dell’offerta turistica e culturale della regione con la valorizzazione delle nostre bellezze storiche e artistiche. Oratino Mac, musica arte e cultura, sposa in pieno la mission del progetto perché incarna perfettamente lo spirito del bando attraverso una manifestazione eccellente che ha preso forma anche grazie alla direzione artistica di un professionista come Simone Sala. Un cartellone ricco di eventi in cui le punte di diamante saranno rappresentate dai concerti di artisti del calibro di Ruggeri, Avitabile e da elementi innovativi come la zampogna e il tratturo di Oratino».
L’assessore si è poi complimentato con il sindaco De Socio e con la nuova amministrazione di Oratino «per il grande impegno e la disponibilità dimostrata, perché è riuscito a dare un’offerta ai nostri piccoli centri. Oratino rappresenta un ‘piccolo scrigno’ anche per l’antica tradizione degli ‘scalpellini’ che purtroppo oggi si sta perdendo. Dobbiamo cercare di recuperare queste tradizioni. Lo stiamo facendo con il nuovo Piano strategico del Turismo e con interventi programmati per i prossimi anni sul territorio. Questo governo regionale sta facendo grandi cose. Certo – ha aggiunto -, con l’impegno si può fare sempre di più. Noi accettiamo sia le critiche sia i suggerimenti. Ma ce la stiamo mettendo tutta e stiamo ottenendo un buon riscontro, ne sono una prova i ben 9mila progetti presentati per questo bando. Significa che il territorio ha capito, si è risvegliato e, come Oratino, sta alzando la qualità dell’offerta turistica di questa regione. Iniziative come queste – ha concluso l’assessore – puntano anche ad una politica di incoming turistico in regione. La musica è un linguaggio universale e può sicuramente contribuire a valorizzare il nostro territorio».
Il Comune di Oratino è infatti il secondo Comune in graduatoria per quanto riguarda il progetto regionale. Un risultato ottenuto anche grazie al grande ‘coraggio’ della nuova amministrazione targata De Socio che per la prima volta organizza un evento così importante: «Si tratta di un’iniziativa innovativa per il nostro piccolo borgo che non ha mai realizzato negli anni passati un evento di questo spessore. Per questa kermesse ci è voluto tanto coraggio visto che organizzare manifestazioni simili richiede un notevole investimento di energie. Noi ci abbiamo creduto e se lo stiamo realizzando è anche grazie alla nostra grande squadra amministrativa e alla maestria di Simone Sala».
La kermesse punterà i riflettori sul piccolo borgo grazie ad un programma ricco di eventi:
Si parte giovedì 8 agosto, dalle ore 21.30, con il concerto di Giacomo Deiana, compositore non vedente cagliaritano, il quale precederà sul palco Enrico Ruggieri, il noto cantautore, scrittore, conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano, vincitore di due edizioni del Festival di Sanremo nel 1987 e nel 1993.
La seconda serata, venerdì 9 agosto, sarà aperta alle ore 18.30 dalla lectio magistralis in collaborazione con il Festival della Filosofia di Ischia col primo momento musicale a cura di Alessandro Florio Trios, artista amalfitano.
Dalle 21.30 sarà il momento dei Patrios, fusione di un trio di musica tradizionale molisana con uno storico gruppo di musica blues. I Patrios precederanno sul palco Enzo Avitabile Acoustic World.
L’ultima delle tre serate, sabato 10 agosto, partirà alle 18.30 con l’aperitivo sul tratturo e la musica di Etno Street Parade seguita da Giuseppe Spedino Moffa e la Zampogna di Tesla (prima mondiale ufficiale). Dalle 22 Barletta dj e ‘O Zulù (99 Posse), bassi per le masse live.
In questa prima edizione grande attenzione e sensibilità da parte dell’amministrazione per il tema ambientale. «L’evento – ha spiegato il primo cittadino – sarà plastic free, così come tutti gli altri eventi inseriti nel cartellone estivo. Sarà garantito inoltre un servizio di navetta dal bivio al luogo dell’evento e posti riservati ai disabili vicino al palco».
A chiudere l’incontro l’intervento del direttore artistico Simone Sala: «Una manifestazione di questo spessore, gratuita, non è una cosa semplice da realizzare. L’obiettivo è creare man mano una traccia del turismo in Molise e far sì che la musica funga da volano per contribuire allo sviluppo della regione. Questo bando ha mosso sicuramente le acque in tal senso. La speranza è ora che la risposta del pubblico sia effettivamente quella che ci aspettiamo.
L’evento ha già ricevuto le attenzioni dei media: dall’Ansa a Sky tg24 e altre testate nazionali. Siamo pronti dunque. Non ci resta che augurare lunga vita al Mac di Oratino».
SL  

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.