Menù

ContaminAzioni, estate senza fine alla ‘riscoperta’ dei luoghi della città

Musica, cultura, arte, cinema, teatro e sport: gli ingredienti ci sono tutti. Ma saranno i luoghi più caratteristici della città i veri protagonisti nell’ambito degli appuntamenti di “Eventi in città. ContaminAzioni culturali tra luoghi e generi”, il cartellone promosso dall’Amministrazione comunale e in programma per i mesi di agosto e settembre.
Il ricco programma, concepito per accontentare i gusti di grandi e piccini, è stato presentato ieri mattina nell’aula consiliare di Palazzo San Giorgio. Ad illustrarne i dettagli il sindaco Roberto Gravina, l’assessore alla Cultura e vicesindaca Paola Felice e il presidente della commissione Cultura, Nicola Giannantonio.
«Nonostante i tempi brevi e le risorse limitate – le premesse del primo cittadino – un plauso va al grande lavoro della Commissione e dell’assessore Felice per essere riusciti a dare comunque un’identità al cartellone di eventi estivi.
Alcuni degli ambienti proposti non sono mai stati utilizzati per questo tipo di eventi in città, altri sì ma noi li utilizzeremo per altre finalità e altri ancora risultano del tutto innovativi.
Speriamo che il cartellone proposto riesca ad abbracciare tutte le legittime aspettative dei cittadini e soprattutto dei ragazzi».
Ma le iniziative non si esauriranno a settembre. L’amministrazione, infatti, è al lavoro per protrarre gli eventi nei mesi di ottobre e novembre. «Andremo ad aggiungere nel prossimo futuro altre manifestazioni di respiro non solo locale, anche queste da far crescere gradualmente, senza voli pindarici o fiammate che durano solo una stagione».
«La nostra proposta – ha aggiunto la vicesindaca – cerca di superare il concetto di stagionalità che si è sempre proposto negli anni precedenti. Ossia il cartellone estivo, quello natalizio e infine il Corpus Domini.
La nostra missione, esposta sia in campagna elettorale ma anche nelle linee programmatiche, è basata sui luoghi, quelli capaci di fare da scenario naturale agli eventi.
Tre le rassegne più importanti, una di musica, una di teatro ed una di cinema, rispettivamente proposte in Piazzetta Palombo, Castello Monforte e Corso Vittorio Emanuele II.
Abbiamo scelto il corso perché desideriamo che la città torni ad essere vissuta. In passato ci siamo concentrati su luoghi più caratteristici ma non bisogna mai dimenticare che il cuore della città resta la piazza, dove bisogna ricominciare ad incontrarsi e a vivere eventi.
Oltre a queste tre rassegne abbiamo inserito eventi non solo culturali ma che abbracciano sia l’aspetto naturalistico della città, con tre passeggiate ecologiche a Monte Vairano, sulla collina Monforte e sui tratturi, ma anche ‘trekking urbani’ alla scoperta delle nuove opere di street art realizzate nel quartiere di Sant’Antonio Abate.
Ampio spazio anche alle passeggiate nel centro cittadino. Pensiamo inoltre che il nostro patrimonio legato alla festività del nostro capoluogo, Città dei Misteri, vada rievocato tutto l’anno. Pertanto insieme alla street art, quest’anno ci sarà, eccezionalmente nel mese di settembre, la marcia dei Misteri.
Altre iniziative riguardano la promozione enogastronomica del capoluogo ma anche di fuori regione. Avremo infatti un evento di street food lungo il corso e un evento di promozione di birre artigianali che si sposta da Piazzetta Palombo a Villa de Capoa. Tutti eventi plastic free dove l’attenzione non sarà rivolta solo alla qualità del cibo e delle proposte offerte ma anche all’ambiente.
Altro aspetto importante è la promozione dello sport. Oltre alla marcia dei Misteri avremo per la prima volta a Campobasso una corsa amatoriale di 4 km nel borgo antico, “Cibbi nightrun training edition”, che sarà realizzata a cura delle varie associazioni.
Oltre all’attività degli assessorati alla Cultura e delle Attività produttive, infatti, quest’anno abbiamo accolto numerose richieste delle associazioni che già operano all’interno dei cartelloni proposti dall’amministrazione.
Laddove ci sarà una programmazione più lunga – ha aggiunto Felice – cercheremo di proporre avvisi pubblici per accogliere proposte da parte delle associazioni culturali. Verranno predisposti budget a disposizione e vaglieremo le proposte che giungeranno.
Infine per quanto riguarda l’aspetto della comunicazione il cartellone è già presente sul sito istituzionale del Comune e verrà integrato con la cartellonistica stradale. Verrà inoltre aggiornato sulla pagina social del Comune che a breve verrà anche istituzionalizzata e ufficializzata da Facebook.
Stiamo lavorando molto sulla comunicazione – ha sottolineato l’assessore – soprattutto nell’ambito dei social poiché ci consentono in maniera più economica, veloce ed efficace di arrivare ai cittadini».
Gli eventi non si fermeranno dunque a settembre. «Ad ottobre ci sarà il Rally del Molise. Stiamo già lavorando ad un documentario che andrà in onda su Sky nei prossimi giorni. Inoltre, in collaborazione con la grande distribuzione, Campobasso quest’anno sarà tappa del Grande viaggio insieme 2019 Conad con una tre giorni dedicata a pasta e cereali, con eventi di showcooking, uno spettacolo teatrale ed una giornata intera di promozione sportiva dedicata ai ragazzi».
Gli eventi, approvati con delibera numero 217, avranno un costo complessivo di 24.667,93 euro.
«Un cartellone così fitto non era per nulla scontato – ha concluso Giannantonio – ci auguriamo ora una fattiva collaborazione e un contributo leale da parte dell’opposizione senza critiche strumentali».

SL

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.