Menù

Cercepiccola, muore mentre prepara la serenata alla figlia

Cercepiccola, muore mentre prepara la serenata alla figlia

«Sabato mi avresti dovuto accompagnare all’altare ed eri felicissimo». Un messaggio straziante che mai avrebbe immaginato di scrivere la figlia di Antonio Giorgio Simiele che sabato prossimo sarebbe convolata a nozze con il suo amato sposo. E invece il destino con lei è stato davvero crudele: a cinque giorni dal sì, il suo papà ha perso la vita proprio mentre era impegnato nell’organizzazione della serenata, una tradizione ancora molto diffusa nei nostri piccoli paesi.
La tragedia si è consumata lunedì sera a Cercepiccola. Il 55enne stava disponendo luci e festoni per abbellire la finestra dalla quale, probabilmente, si sarebbe affacciata la futura sposa. Poco prima della mezzanotte però l’imponderabile: forse per un malore o per una distrazione, l’uomo precipita dalla scala sulla quale era salito e finisce a terra battendo forte la testa. La scena si consuma davanti agli occhi dei familiari che intanto si preparavano alla festa che precede il matrimonio con parenti e amici. Sul posto arriva l’ambulanza del 118, ma i sanitari non possono fare altro che constatarne il decesso, e i carabinieri di San Giuliano del Sannio. In pochi minuti si passa dalla gioia al dramma. Increduli e sotto shock i familiari che stamane dovranno accompagnare il loro congiunto nel suo ultimo viaggio. La notizia della morte di Antonio Simiele fa subito il giro del paese che conta poche centinaia di anime e dove la vittima era conosciuta per aver gestito anche un bar. «Oggi Cercepiccola perde un altro simbolo. Antonio, rimarrai sempre nei nostri ricordi, e siamo sicuri che ci guarderai da lassù sempre con il tuo sorriso e la tua gioiosità. Un abbraccio speciale a tua moglie, a tua figlia Carmen che come scrive in un post “sabato mi avresti dovuto accompagnare all’altare ed eri felicissimo”. Ti ricorderemo sempre come in questa foto. Riposa in Pace Amico Caro». È questo uno dei messaggi lasciati su facebook per lo sfortunato papà che sabato, con l’orgoglio che contraddistingue ogni genitore, avrebbe dato il braccio alla figlia per condurla all’altare. E invece questa mattina nella chiesa madre di Cercepiccola sarà celebrato il suo funerale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.