Menù

Il fascino del noir torna a Campobasso, su il sipario per Kiss Me Deadly

Il fascino del noir torna a Campobasso, su il sipario per Kiss Me Deadly

Per gli amanti del noir si conferma, per il quinto anno consecutivo, la rassegna Kiss Me Deadly. Dal 26 al 31 agosto, nell’incantevole atmosfera della terrazza della ex Gil (palazzo in via Milano), bellezza e inquietudine dei film noir faranno da sottofondo alle serate dal clima quasi settembrino di Campobasso.
«Un appuntamento aggregante» parafrasando la professoressa Antonella Presutti, presidente della Fondazione Molise Cultura, per «ricostruire un rapporto con la città e la quotidianità con la città dopo l’estate. Un ponte sulla programmazione autunnale, invernale e primaverile in tutte le sue declinazioni». Il confine è sempre lo stesso: quello che separa le luci dalle ombre, fino ad unirli.
Visioni e tinte scure, che si intrecciano con il thriller e il pulp. C’è tutto questo nell’evento realizzato dall’associazione culturale Kiss Me Deadly, prodotto dalla Fondazione Molise Cultura, con il patrocinio di Lucca Comics&games e che rientra nell’ambito del cartellone regionale Turismo è Cultura.
Iconografia classica dal 26 agosto e fino al 31 nelle proiezioni previste alle 21 e alle 21.30. ‘Dark Nights di Rodrigo Sorogoyen’, poi ‘Coaine – La vera storia di White, Boy Rick’ di Yann Demange. E ancora tra i titoli ci sono ‘Il Colpevole’ di Gustav Möller – tutto ambientato in una notte e in tempo reale – e l’esordio argentino di Jèremipè Guez con ‘A Bluebird in my heart’. Umorismo sulfureo per ‘L’angelo del Crimine’ di Luiz Ortega, e ‘Fratelli nemici-Cloese enemies’ di David Oelhoffen.
Ma la kermesse non finisce qui. Come ha spiegato Leopoldo Santovincenzo, direttore artistico della manifestazione, ci sono poi gli incontri con gli autori: «da Valerio Varesi, creatore delle avventure poliziesche del commissario Soneri, che parlerà del giallo come meccanismo di scandaglio della realtà, a Fabio Santivale in programma mercoledì 28 agosto dalle 20.30. Subito dopo, alle 21, il giornalista d’inchiesta presenterà il suo documentario ‘Pasolini, poesia e sangue’, in cui si torna ad indagare, sotto una nuova prospettiva, sull’omicidio dello scrittore e regista. ‘Scrivere il crimine’ è il titolo del suo incontro serale con il pubblico, mentre il workshop pomeridiano di giovedì 29 (ore 16.30) introdurrà al ‘Giornalismo investigativo: cos’è e come si fa’».
Rispettato anche il tradizionale appuntamento con il comics che sarà a cura di Andrea Fornasiero. Ospite di Kiss Me Deadly, Maurisio Lacavalla che racconterà il suo libro a fumetti ‘Due attese’, indagine onirica su un uomo misteriosamente scomparso nel sottofondo della Seconda Guerra mondiale. Ci sarà anche Daniele Bigliardo, fondatore della scuola italiana Comics che parlerà, invece, delle storie disegnate per Dylan Dog e delle trasposizioni a fumetti dei romanzi di Maurizio de Giovanni dedicati al commissario Ricciardi. A loro la conduzione dei workshop pomeridiani, totalmente gratuiti, sul fumetto: ‘L’innesto surreale’ a cura di Lacavalla e ‘Incubo noir’ condotto da Bigliardo. Per iscriversi basterà inviare una mail all’indirizzo
[email protected]
E poi la mostra ‘Occhi sul noir’ dedicata all’epopea delle fotobuste cinematografiche dei film noir a cura del collezionista e critico Paolo Zelati che guiderà il pubblico attraverso la storia, gli artisti, gli aneddoti sulla cartellonistica cinematografica.
Tra i tanti appuntamenti, la novità assoluta della kermesse: la prima produzione originale di Kiss Me Deadly, con il Pulpmanzo di Manuel Civitillo, con gli scatti di Massimo Di Nonno, in collaborazione con il Centro per la fotografia Vivian Maier di Campobasso. Durante tutta la settimana dedicata all’evento, infatti, sarà realizzato un fotoromanzo noir, stile anni ’70, ambientato nel capoluogo di regione, che sarà poi stampato e distribuito esclusivamente e a tiratura limitata il giorno della chiusura dell’evento: il 31 agosto.
Il backstage, realizzato da Matteo Blanco, sarà al centro dell’evento in programma il 31 agosto alle 20.45.
Una quinta edizione che celebrerà anche la nascita del Bauhaus con l’allestimento del Bang Bang Bar nel Palazzo della ex Gil che, per l’occasione, sarà arredato con opere grafiche che riprodurranno l’estetica della corrente artistica che quest’anno compie ben cento anni.
A completare il programma gli aperitivi musicali con il vinile che si chiuderanno il 31 con Luzy L, noto animatore degli eventi musicali romani super pop che proporrà una selezione che spazia da ‘Yma Sumac’ agli ‘Air’, da ‘Baddly Down Boy’ a’ Catherine Spaack.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.