Menù

Carenza di sangue al Cardarelli, rinviati gli interventi programmati

L’appello era già stato lanciato alcuni giorni fa dal Veneziale di Isernia.
Ora anche l’ospedale Cardarelli di Campobasso necessita del contributo dei volontari per far fronte alla carenza di sangue. Il calo delle donazioni è un fenomeno che si verifica soprattutto nel periodo estivo. In molti, infatti, sono fuori città per le vacanze e quindi impossibilitati a donare. Inoltre l’estate è la stagione in cui si verificano più incidenti stradali, per questo gli ospedali necessitano di maggiori scorte.
Proprio a causa della carenza di sangue, infatti, il nosocomio del capoluogo ha ritenuto necessario rinviare tutti gli interventi programmati. Le operazioni ritenute urgenti, invece, verranno comunque garantite.
Da qui l’appello ai cittadini da parte delle associazioni locali a recarsi presso gli ospedali, soprattutto in questi giorni. «C’è carenza – si legge in una nota dell’Avis di Campobasso – chi riesce ad andare a donare urgentemente? Vi aspettiamo dal lunedì al sabato dalle 08:30 alle 11:00 presso il centro trasfusionale Ospedale Cardarelli. Ricordiamo – conclude l’associazione – che comunque c’è sempre necessità di sangue! Corriamo a donare».
Donare, dunque, è bene ribadirlo, è una pratica importante da effettuare durante tutto l’anno.
Per candidarsi a diventare donatori bisogna essere maggiorenni, in un’età compresa tra i 18 e i 60 anni.
Chiunque desideri donare per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a discrezione del medico responsabile della selezione. È possibile continuare a donare fino al compimento del 65° anno d’età e fino al 70° anno previa valutazione del proprio stato di salute.
Il peso del donatore non deve essere inferiore ai 50 kg e non deve assumere nessun comportamento a rischio che possa compromettere la propria salute o quella di chi riceve la donazione.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.