Menù

Venafro, senza terapie da due mesi: genitori sul piede di guerra

Venafro, senza terapie da due mesi: genitori sul piede di guerra

Genitori Arcobaleno sul piede di guerra. A quanto pare, infatti, nonostante la scadenza della convenzione Asrem-ConSol per le terapie domiciliari a Venafro sia datata ormai 30 giugno scorso, nessuno si è ancora preso la briga di rinnovarla o di fare qualcosa di concreto in alternativa.
Dunque, più di 80 utenti, quasi tutti bambini, sono rimasti senza logopedia, neuropsicomotricità e terapia cognitivo comportamentale.
I Genitori Arcobaleno hanno sottolineato come esistesse una promessa da parte del dg Asrem Sosto, affinché la situazione non mutasse per i pazienti.
Il nuovo centro di riabilitazione ambulatoriale “Riabilis” del dottor Majorana, a cui è stato affidato l’incarico di sostituire la cooperativa ConSol, avrebbe dovuto supportare l’utenza dell’Ats Venafro, con tanto di aumento del budget per poter provvedere ai bisogni dell’ambito territoriale, con la garanzia del servizio a Venafro in una succursale del centro “Riabilis” già dal mese di luglio scorso.
Invece, «è passato luglio e se n’è andato anche agosto e della succursale nemmeno l’ombra. L’associazione, in rappresentanza di tutti i genitori dei bambini che stanno aspettando che vengano rispettati per l’ennesima volta i diritti dei propri figli (molti di loro con disabilità gravi), chiede che venga ripristinato immediatamente il servizio sospeso da due mesi a Venafro, quarta città del Molise. Inoltre, fa presente che le famiglie non intendono spostarsi di un solo chilometro dalla propria città poiché il servizio deve consentire anche a chi non ha possibilità di raggiungere altre località limitrofe di usufruirne».
I Genitori Arcobaleno hanno quindi avvisato che «nel caso in cui non venga ripristinato nell’immediato il servizio, l’associazione si riserva di agire legalmente. Non possiamo più permettere che vengano calpestati gli elementari diritti civili delle persone con handicap per l’ennesima volta».
Infine, i Genitori Arcobaleno hanno voluto pure precisare che a loro «non interessa a chi venga affidato il servizio, interessa solo che venga espletato in loco con professionalità e serietà!».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.