Menù

Nel ‘cuore’ di Macchia si celebra il buon vino

È uno degli eventi più attesi e quest’anno è pronta a cambiare volto per promuovere in maniera ancora più ampia la cultura enogastronomica. Macchia d’Isernia torna a celebrare il vino, prodotto che da sempre lega la sua storia a quelle del territorio comunale e lo farà con “Macchia DiVino – 46esima mostra mercato del vino e dei sapori”, che si terrà nel centro storico del paese sabato 21 e domenica 22 settembre.
Quella proposta è una vera e propria “passeggiata” tra i sapori, con un menù preparato grazie alla collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi del Molise e abbinato a grandi vini del territorio regionale, con la consulenza dell’Associazione Italiana Sommelier Molise. Ma anche due giorni di premi, concorsi e storia con la sfilata in costume dei bambini, quella dei carri allegorici e il pranzo della tradizione della domenica.
L’ evento è promosso dal Comune di Macchia d’Isernia, con il patrocinio della Regione Molise, organizzato dalla Pro Loco Maccla, con la collaborazione dell’associazione culturale Origami, Macchia Domani for Pina, Macchia Blues, CIF regionale del Molise, Associazione Italiana Sommelier del Molise, Federazione Italiana Cuochi del Molise. Ieri mattina la manifestazione è stata presentata nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta nella suggestiva cornice del castello baronale.
Nessun particolare è stato lasciato al caso per una due giorni che catapulterà nei vicoli di Macchia centinaia di appassionati. «L’idea – ha spiegato il sindaco Giovanni Martino – è quella di rimodulare una festa tradizionale e renderla più aderente ai nuovi stili di vita e alle esigenze delle persone che, in questo particolare momento storico, frequentano le manifestazioni. Il nostro obiettivo è quello di liberare la manifestazione dal cliché di sagra per trasformarla in un momento di confronto sullo stato dell’arte della vitivinicoltura molisana».
Fondamentale, per la buona riuscita dell’evento, la sinergia messa in atto. «Fin dalla campagna elettorale – ha detto il presidente del Consiglio comunale Michele Mariani – il nostro obiettivo è stato quello di unire il paese e tutte le forze presenti sul territorio. Questa festa sarà il risultato dell’importante gioco di squadra messo in campo. L’edizione di quest’anno – ha aggiunto – verterà sul un percorso enogastronomico, ma sarà dato spazio anche numerose altre iniziative».
«Gli ospiti – ha infatti spiegato il presidente della Pro Loco Adriano Nestola – troveranno innanzitutto una veste nuova della festa del vino. Nelle varie piazzette del borgo l’associazione cuochi del Molise preparerà pietanze per tutti. Naturalmente il protagonista sarà il vino delle varie cantine molisane. Presenti anche gli assaggiatori ufficiali dell’Ais che premieranno la migliore Tintilia Dop del Molise».
Deb.Div.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.