Menù

Nuove opportunità di lavoro alla 3g di Campobasso, l’azienda cerca 30 operatori telefonici

La 3g S.p.A. propone nuove opportunità lavorative con la selezione di 30 persone da inserire in organico entro la fine dell’anno, nella sua sede di Campobasso.
Fondata nel 2000, il Gruppo 3g ad oggi conta più di 800 persone, tra dipendenti e collaboratori, di cui oltre 250 solo nel capoluogo molisano dove è presente fin dal 2008.
Ma quali figure ricerca esattamente l’azienda per il proprio team di via San Lorenzo? Lo chiediamo direttamente a Stefano, team-leader del gruppo di lavoro, che di strada ne ha fatta tanta in pochissimo tempo.
Stefano, tu che lavori sul servizio, quali sono i requisiti di chi state cercando?
«Stiamo cercando persone che abbiano soprattutto la concreta voglia di mettersi in gioco, dotate di una forte motivazione e volontà di fare bene il proprio lavoro».
Servono particolari requisiti tecnici o caratteriali per svolgere l’attività?
«Sicuramente dal punto di vista tecnico è necessaria una buona manualità con il pc. Caratterialmente aiuta essere persone estroverse, comunicative e con buone capacità relazionali. Molti pensano che al telefono non sia necessario o conti poco, in realtà la capacità empatica e il sorriso telefonico hanno un sicuro effetto positivo anche attraverso la cornetta».
L’attività lavorativa esattamente in cosa consiste?
«L’attività lavorativa prevede la promozione e vendita telefonica di servizi in modalità outbound per un importante Cliente del settore Telecomunicazioni. Non è un lavoro facile, ma sicuramente è molto stimolante e di aiuto per acquisire disinvoltura nella comunicazione e nel ragionamento, elasticità nell’elaborazione di possibili soluzioni e velocità di risposta».
Per diventare professionalmente validi quanto tempo occorre?
«Chiunque inizia a lavorare in 3g viene adeguatamente formato sia dal punto di vista tecnico che da quello comportamentale. La formazione in realtà è un percorso continuo di crescita.
Certo, molto dipende dalle persone e da quanto riescano ad appropriarsi del contesto di lavoro e dell’attività. Personalmente ho iniziato come operatore per servizi di vendita telefonica a maggio nel 2017 con un contratto di collaborazione e, pur non avendo nessuna esperienza pregressa nel ruolo, dopo 6 mesi l’azienda mi ha proposto un contratto a tempo indeterminato nel ruolo di team-leader».
Oggi quindi qual è il tuo ruolo in azienda?
«Sono un team-leader addetto alla supervisione di un gruppo di lavoro dedicato all’outbound. Mi occupo di dare supporto professionale e tecnico oltre che di assicurare la corretta organizzazione del lavoro, il monitoraggio degli andamenti e la verifica dei risultati raggiunti. La parte più appassionante del lavoro è quella di motivare le persone, dare supporto nei momenti di difficoltà e trovare soluzioni che aiutano a risolvere il problema. A dire il vero spesso mi chiedo se sto facendo bene il mio lavoro: la squadra mi segue? Sto rispondendo alle richieste? Stiamo lavorando con professionalità? Sto dando un buon esempio?».
Ti ricordi come hai iniziato questo percorso e cosa ti ha spinto a candidarti?
«Quando ho deciso di rispondere all’annuncio di lavoro stavo collaborando presso uno studio legale. Avevo conseguito una laurea magistrale in giurisprudenza e iniziavo a mettere in pratica lo studio di anni. Ero però alla ricerca di un lavoro flessibile che mi aiutasse a guadagnare qualcosa per me continuando la collaborazione per imparare la professione. Quando lessi l’annuncio di lavoro della 3g decisi così di rispondere. Dopo il colloquio conoscitivo e un percorso di formazione fui inserito sull’attività».
Ci hai detto che hai una laurea in Giurisprudenza. Ti ha aiutato aver fatto questo tipo di studi?
«Molti ragazzi che lavorano in 3g hanno un buon titolo di studio. Sfatiamo il mito che chi fa questo lavoro non ha voglia di studiare. Anzi. Ci sono molti studenti che frequentano l’università o laureati che si approcciano a questa azienda per iniziare a fare esperienza. Personalmente mi ero trasferito in Molise dalla Puglia proprio per l’Università e non avrei mai pensato di intraprendere un percorso professionale all’interno di un contact center. Aver svolto degli studi in ambito giuridico credo mi sia stato di aiuto sicuramente dal punto di vista comunicativo oltre di abilità nel ragionamento».
Ti piace il lavoro che fai?
«Si. Ho iniziato questo lavoro – il lavoro dell’operatore – con umiltà. Mi sono sempre detto che non importa ciò che fai, ma come lo fai. Il rispetto degli altri, dei superiori, dei colleghi, dei clienti con cui entri in contatto, tutti devono essere rispettati. Ci ho messo passione e dedizione e oggi, che ho un ruolo di team leader, sono ancora più soddisfatto. Posso dirlo? Mi piacerebbe poter crescere ancora all’interno dell’azienda».
Come motiveresti una persona per venire a lavorare in 3g?
«Direi che qui troverebbe la serietà professionale, la correttezza di un contesto aziendale strutturato, l’attenzione verso le risorse umane anche in termini di potenzialità e crescita.
Consiglierei questa attività sia ai giovani, che si approcciano per la prima volta al mondo del lavoro, ma anche a chi ha già esperienza e sta cercando un’occupazione.
Certo, anche io all’inizio nutrivo qualche perplessità per tutto quello che in giro si dice sul mondo dei call center, ma oggi sono convinto che non tutti i call center sono uguali.
Anche da collaboratore avevo – come tutti i miei colleghi – un contratto di collaborazione a norma di legge, con una base fissa stabilita dal CCNL delle Telecomunicazioni, a cui aggiungere bonus aziendali e incentivi sul merito.
Credo che questa sia una qualità indiscussa della 3g: aver contribuito nel tempo a modificare sul territorio la percezione nei confronti del tipo di professionalità impiegata, superando le reticenze dell’opinione comune e definendosi come nuova e moderna professione capace di offrire una seria soluzione lavorativa».
Stefano, resterai in Molise?
«Veramente in Molise oltre al lavoro ho trovato anche l’amore. Io e mia moglie siamo sposati da pochissimo e tra qualche settimana partiremo per il viaggio di nozze. Quindi la risposta è sì».
Il cv può essere inviato all’indirizzo e-mail [email protected] oppure tramite il sito web www.3gspa.net o sulla pagina facebook aziendale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.