Menù

Unione dei Comuni, se ne va anche Montecilfone

Unione dei Comuni, se ne va anche Montecilfone

La notizia era nell’aria. Il malcontento sull’ormai asfittica attività dell’Unione dei Comuni, non imputabile al presidente Raffaele Primiani, ma alla carenza di risorse, e forse di una concreta strategia di lungo respiro. Dopo l’amministrazione comunale di Campomarino, ieri mattina, è toccato al Consiglio comunale di Montecilfone votare e approvare, a maggioranza, con l’opposizione che si è dichiarata contraria, il recesso unilaterale dall’Unione dei Comuni Basso Biferno. In questo modo, dopo l’addio della giunta Silvestri, anche l’amministrazione Manes saluta l’ente associativo che sorge nel Palazzo Ducale, a Larino. Restano Larino stessa, Ururi, Portocannone, San Martino in Pensilis, Guglionesi, Petacciato, San Giacomo degli Schiavoni e Montenero di Bisaccia. Ma altri Comuni sono in fibrillazione. Nel corso del suo intervento, il sindaco Giorgio Manes ha giustificato la scelta con la mancanza delle condizioni utili a restare, uno scossone che invita a rivedere l’istituzione sovra-comunale. Non è escluso, infatti, che se lo scenario dovesse mutare, nei prossimi mesi, la situazione potrebbe mutare.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.