Menù

Scongiurato lo stop al servizio urbano, la fideiussione Gtm in Regione

Scongiurato lo stop al servizio urbano, la fideiussione Gtm in Regione

Si è sbloccata la questione fideiussione tra il Comune di Termoli e la Gtm, vicenda che rischiava di sfociare oggi nella serrata del trasporto pubblico locale a Termoli. L’assessore alla Mobilità Vincenzo Ferrazzano ha inviato una nota sia al prefetto di Campobasso che alla società concessionaria, dopo aver incontrato anche la delegazione sindacale della Filt-Cgil, con cui informa di aver provveduto a inviare alla Regione Molise la copia della fideiussione per il rimborso Irap. “Pertanto, qualora non pervenga una comunicazione ostativa da parte della Regione Molise, entro lunedì 19 gennaio provvederemo all’erogazione dell’ulteriore tranche di finanziamento”. E’ stata questa la chiave di volta dell’ennesima situazione di crisi, con la Gtm che ha preso atto e revocato il fermo del servizio di trasporto urbano termolese proclamato per oggi. Ora la garanzia del servizio permane fino al 25 gennaio prossimo. In merito è intervenuto anche il segretario generale della Filt-Cgil Molise Giorgio Simonetti. “A seguito di incontro richiesto dalla Filt-Cgil all’assessore Ferrazzano si è giunti ad ulteriore e temporaneo accordo tra Comune ed Azienda Gtm, che esercisce il trasporto urbano della città. L’incontro era stato richiesto per evitare la sospensione del Servizio, così come accaduto alcune settimane fa e per assicurare ai dipendenti il puntuale incasso del salario mensile. Aldilà degli esiti parzialmente apprezzabili dell’incontro, riteniamo che le parti debbano trovare una definitiva soluzione a questa problematica che da alcuni mesi mette in ansia i rappresentanti dei lavoratori e le associazione a difesa degli utenti del trasporto pubblico locale”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.