Menù

A Palazzo San Giorgio nuove forme di borse lavoro

A Palazzo San Giorgio nuove forme di borse lavoro

L’idea è quella di andare al di là delle classiche borse lavoro: quindi non solo quelle strettamente legate al Comune, ma anche occasioni di impiego per i meno abbienti da svolgersi nelle aziende del territorio, siano esse piccole, medie o grandi. È questo il progetto a cui stanno lavorando gli assessori alle Attività produttive Salvatore Colagiovanni e alle Politiche sociali Alessandra Salvatore, da sviluppare con le associazioni di categoria ed un incontro preliminare con Confcommercio e Confesercenti c’è già stato. Gli assessori di riferimento Salvatore Colagiovanni e Alessandra Salvatore, in sostanza, hanno in mente di dare l’opportunità ai meno abbienti di potersi inserire in un percorso formativo.
“Le attuali borse lavoro – spiegano Salvatore Colagiovanni e Alessandra Salvatore – non danno ulteriore sbocco se non quello di percepire il rimborso per i sei mesi di attività lavorativa svolta per il Comune di Campobasso. Che, visto il periodo, è già tanto. Noi, però, vogliamo andare oltre: grazie all’accordo con le associazioni di categoria, che fungeranno da tramite, prevediamo un’esperienza lavorativa all’interno delle aziende che si renderanno disponibili. Perseguiremo due obiettivi. Dal punto di vista degli imprenditori, questi avranno modo di utilizzare manodopera a costo zero per un periodo limitato, quindi, formare ed, eventualmente, assumere forza-lavoro, che risponderà alle caratteristiche della stessa azienda. Sul fronte dei lavoratori, invece, quest’ultimi avranno modo di esercitare una concreta esperienza lavorativa, acquisendo una professionalità, che se non riusciranno a spendere all’interno dell’azienda dove hanno svolto la propria attività, potranno farlo altrove, potendosi reinserire sul mercato del lavoro con nuove competenze”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.