Menù

Gtm di Termoli, doppia svolta: stipendi sbloccati e bando vicino

Gtm di Termoli, doppia svolta: stipendi sbloccati e bando vicino

Giro di vite sulla vertenza del trasporto locale a Termoli, lo annunciano e documentano sia l’ente di via Sannitica che il segretario generale della Filt-Cgil Giorgio Simonetti. «Lo scorso 14 dicembre a seguito dell’incontro tenutosi in Prefettura, si è sbloccata la vertenza Gtm per il pagamento alle maestranze. Nella prossima settimana l’azienda provvederà al pagamento delle spettanze ai lavoratori relative ai mesi di ottobre – novembre e tredicesima mensilità. Tutto ciò è stato possibile per il continuo interessamento da parte della Prefettura di Campobasso e al contributo di tutte le componenti: sindacati, azienda, Amministrazione comunale e Regione Molise. Si vuole inoltre sottolineare che questa Amministrazione comunale, dopo la legge regionale 30 gennaio 2017 n. 2 che prevedeva il taglio della contribuzione regionale pari al 30%, ha conservato la estensione della rete minima dei trasporti non sopprimendo nessuna corsa e permettendo il mantenimento in servizio di tutte le maestranze. Si coglie l’occasione per augurare a tutte le maestranze del Trasporto pubblico locale un sereno Santo Natale». «Con estrema soddisfazione possiamo annunciare che giovedì, nel Palazzo del Prefetto di Campobasso è stato raggiunto un accordo, ratificato nella giornata di venerdì, tra la nostra organizzazione sindacale, l’Amministrazione Comunale di Termoli e l’Impresa Gtm che esercisce il Trasporto Urbano nella città di Termoli. Questo eccellente risultato è stato reso possibile dal riconosciuto impegno di tutti i soggetti coinvolti: la efficace mediazione dei rappresentanti l’Ufficio del Prefetto; la pubblicazione del Bando di Gara da parte della Amministrazione Comunale, avvenuta già nella giornata di lunedì scorso, evidentemente non ancora recepita dai molti cittadini e da una parte degli addetti ai lavori, che ha permesso l’avvio dei finanziamenti regionali la cui erogazione era , come sappiamo, condizionata dall’avvio della procedura di affidamento del Servizio mediante bando di gara ad evidenza pubblica; l’impegno solenne della Azienda ad anticipare le due mensilità arretrate e la tredicesima mensilità entro Natale. Non possiamo sottacere il lavoro svolto dai funzionari regionali, impegnati, negli ultimi tre giorni, ben oltre la loro ordinaria e dovuta prestazione lavorativa, sfatando in questo modo quel volgare luogo comune che cita troppo spesso la Pubblica Amministrazione quale esempio negativo di efficienza. La Federazione Sindacale che rappresento, ha inteso rendere pubblico l’accordo solo quando raggiunto, pur nel rispetto della esigenza di informazione alla utenza ed ai lavoratori evitando di trasformare la pur faticosa trattativa, in un evento mediatico che avrebbe potuto inficiare il buon esito della stessa.
Abbiamo ritenuto, per questa e per altre analoghe trattative, adottare una strategia determinata ma assolutamente rientrante nei termini del confronto sindacale, trattativa resa maggiormente impegnativa nella oggettiva difficoltà di individuazione di responsabilità più o meno gravose. Noi siamo consapevoli e pienamente convinti che il vero valore ed il conseguente riconoscimento della funzione rappresentativa dei lavoratori dipendenti, principio che dovrebbe ispirare sempre l’azione sindacale confederale, risiede nella capacità di evitare, fin dove è strenuamente possibile, di trasferire il confronto nelle aule dei Tribunali. Il ricorso alle azioni legali, infatti, può trasformarsi in un possibile danno ai lavoratori, per la propria fisiologica dipendenza dal pronunciamento giudiziale. Probabile danno economico e politico per il lavoratore, per l’organizzazione Sindacale che promuove la vertenza e per l’intera collettività a causa degli indiretti e diretti costi conseguenti al coinvolgimento dell’Amministrazione Giudiziaria.
Anche nella Prefettura di Campobasso è stato reso possibile rendere concreto l’affermato, suddetto principio politico con l’impegno, la volontà ed il senso di responsabilità dei convenuti.
Pertanto, possiamo tranquillamente augurare buon Natale alle famiglie dei dipendenti, che potranno trascorrere serenamente l’imminente periodo di festa, potendo confidare su tutte le ultime retribuzioni mensili di quest’anno.
Nell’intento di rendere il settore Trasporto Pubblico Locale regionale su gomma e ferroviario, stabilmente programmato e finanziato, rimettiamo la nostra più completa disponibilità ad una interlocuzione anche permanente con tutti i Soggetti amministrativamente competenti e le Parti sociali istituzionalmente riconosciute. Felice Natale a tutti dalla Segreteria Filt regionale».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.