Menù

Isernia, accoltella un coetaneo nei bagni della scuola: migrante denunciato

Isernia, accoltella un coetaneo nei bagni della scuola: migrante denunciato

Tentato omicidio: questa l’accusa formulata nei confronti di un migrante minorenne che al culmine di una lite ha accoltellato un suo connazionale nei bagni della scuola di via XXIV Maggio a Isernia. Il giovane è stato denunciato dagli agenti della Squadra Volanti intervenuti sul posto insieme a un’ambulanza del 118.
Stando a quanto ricostruito, un fendente ha colpito sotto la spalla sinistra il giovane che ha riportato ferite anche sulle mani e sulla nuca.
Davanti agli occhi dei poliziotti si è presentata una scena davvero cruenta in quanto il giovane aveva perso molto sangue, rinvenuto anche a terra e sui muri.
Gli operatori hanno richiesto l’intervento di una squadra specializzata in sopralluoghi della Polizia Scientifica, che ha provveduto a cristallizzare la scena del crimine. Nel frattempo hanno individuato l’autore dell’aggressione. Si è così scoperto che si trattava di un altro minorenne, che è stato rintracciato dai poliziotti e condotto negli Uffici della Questura per gli accertamenti di rito.
Inrtanto i poliziotti di un’altra pattuglia in servizio di volante hanno proceduto a raccogliere le dichiarazioni delle persone presenti ai fatti e in grado di riferire circostanze utili alla ricostruzione della dinamica. Nel corso della perquisizione è stata recuperata anche l’arma del delitto, un coltello a serramanico della lunghezza di 15 centimetri, che è stato sequestrato.
La vittima è stata immediatamente trasportata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale ‘Venziale’, dove i medici hanno provveduto a suturare la ferita. Una volta raccolti elementi sufficienti, d’intesa con il pm di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Campobasso (competente per territorio e per materia), è stato deferito in stato di libertà l’aggressore, che già risultava in affidamento in prova in quanto responsabile di reati dello stesso tipo. Subito dopo è stato riaffidato al legale responsabile della comunità che lo ospita. La vittima, una volta formalizzata la denuncia, è stata affidata al responsabile della struttura dove alloggia da qualche tempo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.