Menù

A Trivento l’assemblea di Coldiretti con i soci, tiene banco l’emergenza cinghiali

A Trivento l’assemblea di Coldiretti con i soci, tiene banco l’emergenza cinghiali

L’emergenza cinghiali tiene banco all’incontro di Coldiretti promosso a Trivento lunedì sera con i propri soci imprenditori agricoli e zootecnici della zona. Presenti anche il primo cittadino Pasquale Corallo e la vicesindaca Sandra Stinziani che hanno partecipato all’assemblea in cui si parlato anche di danni da fauna selvatica, scontistica sull’acquisto di mezzi tecnici presso il Consorzio agrario dell’Adriatico e delle nuove procedure messe in campo dalla Coldiretti Molise per il rilascio del carburante agricolo agevolato a partire dal prossimo anno.
Naturalmente il problema degli ungulati e loro proliferazione in maniera esponenziale sul territorio è stato a lungo dibattuto durante l’assemblea al Polifunzionale di Trivento. Ma quel che preoccupa maggiormente gli agricoltori sono i danni ingentissimi che procurano alle colture, così come sono all’ordine del giorno gli incidente stradali che provocano.
Il sindaco Corallo ha confermato l’entità del problema, appoggiando e lodando l’impegno della Coldiretti, evidenziando che l’Amministrazione comunale in questo caso non può far molto a differenza dell’organizzazione agricola.
«Nell’ultimo recente incontro con il presidente della Regione, Donato Toma – ha spiegato il delegato confederale di Coldiretti Molise, Giuseppe Spinelli – il governatore ha mostrato grande sensibilità per questa problematica tanto da dirsi pronto a trovare, in tempi rapidi, una soluzione normativa che consentirà agli agricoltori, muniti di regolare licenza di caccia, di poter abbattere i cinghiali presenti nel proprio fondo durante tutto l’anno».
Altro argomento di grande interesse per tutti gli associati ha riguardato poi l’accordo sottoscritto dalla Coldiretti con il Consorzio Agrario dell’Adriatico, che prevede l’applicazione di una forte scontistica sull’acquisto di mezzi tecnici e fattori produttivi necessari per la conduzione dell’azienda agricola. Un accordo avviato quest’anno in via sperimentale ma che potrà essere esteso e migliorato negli anni avvenire.
Nel corso della serata, è stato dato spazio anche alla discussione sui temi collegati alla Finanziaria 2020 ed ai riflessi sulla fiscalità agricola. Particolare apprezzamento ha suscitato la possibilità di ricevere direttamente presso gli uffici della Coldiretti i buoni pere il ritiro del carburante agricolo agevolato. Tale procedura, unica in Molise, «è una vera conquista – afferma il direttore regionale di Coldiretti Molise, Aniello Ascolese – nella direzione di abbattere i tempi della burocrazia, riconoscendo una maggiore autonomia alla figura dell’imprenditore agricolo. Per Coldiretti si tratta dell’assunzione di una forte responsabilità, a cui l’organizzazione non si è voluta sottrarre nell’interesse della categoria rappresentata».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.