Menù

Forum della sanità, il Molise al tavolo ad armi pari

Sanità digitale, superamento delle disuguaglianze nell’accesso ai servizi sanitari, nuovi percorsi di cura, valorizzazione delle professionalità e delle responsabilità degli operatori, valutazione dell’efficacia e dei costi dell’assistenza.

Questi i temi più importanti discussi a Firenze nell’ambito del 14° Forum Risk Management, evento atteso e di richiamo per il panorama della sanità nazionale.

Inaugurato dal ministro Speranza, ha visto alternarsi ai numerosi tavoli di discussione i più importanti manager della sanità nazionale. Al centro della discussione anche la sanità meridionale: non più fardello nazionale – ha sottolineato con forza il direttore dell’Agenzia per i servizi sanitari della Puglia Giovanni Gorgoni – ma luogo di  sperimentazioni all’avanguardia per la sostenibilità e l’efficacia delle cure. Un tavolo, questo, a cui il Molise ha detto la sua, ad armi pari, con la presentazione di alcuni dei risultati più importanti dello studio sulla stratificazione della popolazione assistita dall’Asrem illustrata dall’ex dg Gennaro Sosto, oggi a capo dell’Asl Napoli 3.

Tanti anche i momenti dedicati ai livelli di responsabilità tra Regioni, Asl, sindaci e cittadini, promossi in collaborazione con Federsanità Anci. Tra i focus più interessanti quello che ha visto protagonisti Tiziana Frittelli (che guida la federazione), Enzo Bianco (a capo di Anci), il presidente di Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta e l’esperta del ministero della Salute Mariadonata Bellentani. A moderarlo il professionista molisano Francesco Colavita, oggi in forze all’Asl di Rieti, consulente esperto e valutatore delle performance dei servizi sanitari.

Sempre a cura di Federsanità, infine, la presentazione del volume “Ospedali di Comunità, Case della Salute, Cure primarie: esperienze regionali a confronto”, a cura di Giorgio Banchieri, Francesco Colavita e Giuseppe Massaro.

Il libro raccoglie i contributi di ricercatori e manager sull’assistenza territoriale, un campo da costruire e rendere omogeneo. Fra le esperienze – presa a modello fuori dal Molise e valorizzata nel volume dai capitoli curati, fra gli altri, dall’ex dg Salute della Regione Marinella D’Innocenzo, dall’attuale direttrice Lolita Gallo e dell’ex dg Asrem Sosto – quella che ha portato alla riconversione del Vietri e del Ss Rosario. Alla presentazione, oltre all’ex direttore sanitario dell’azienda molisana Antonio Lucchetti, è intervenuta anche la responsabile del Risk management dell’Asrem Gabriella Ruzzi (nella foto).

 

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.