Menù

Il cuore di Nicoletta ha smesso di battere, oggi a San Giuliano del Sannio l’ultimo saluto

Il suo cuore ha smesso di battere ieri notte. Non c’è stato nulla da fare per Nicoletta Valente, la 35enne di San Giuliano del Sannio, travolta da un’auto mentre attraversava la strada nel centro di Vinchiaturo la notte tra Natale e Santo Stefano. I medici del reparto di Rianimazione del Cardarelli, dove la giovane era arrivata in condizione disperate, hanno fatto il possibile per salvarle la vita, ma purtroppo le lesioni riportate nel violento impatto erano troppo gravi.
La Procura ieri mattina ha disposto l’autopsia affidando l’incarico al professor Antonio Ricci di Foggia, esame svolto nel pomeriggio alle 15. La salma è stata restituita alla famiglia e oggi nella chiesa San Nicola di Bari di San Giuliano del Sannio, alle 15.30, si terranno i funerali. Serviranno invece 90 giorni per i risultati dell’autopsia che fugheranno ogni dubbio sulle cause del decesso della giovane su cui il pm Giuliano Schioppi ha aperto un fascicolo. Inevitabilmente si è aggravata anche la posizione del conducente della Giulietta che giovedì pomeriggio si è costituito in Questura: ora è accusato di omicidio stradale e omissione di soccorso.
Ieri mattina il 26enne della provincia è stato ascoltato dal procuratore Schioppi, accompagnato dai legali Giuseppe Fazio e Tiziana Giarrusso. Prima ha effettuato in ospedale gli esami tossicologici ed alcolemici che hanno dato esito negativo. Al pm ha fornito ulteriori dettagli sull’incidente. «Purtroppo è stata una tragica fatalità – ha commentato l’avvocato Fazio esprimendo il proprio cordoglio per la morte della giovane -, il mio assistito ha ammesso di non aver visto la ragazza attraversare la strada. Ha visto solo una sagoma sbucare di fronte alla macchina, ha tentato di sterzare ma non ci è riuscito. È fuggito via per paura, era sotto shock. Abbiamo fornito anche l’esame del cellulare per provare che al momento dell’impatto il mio assistito non stava utilizzando il telefono. Ora attendiamo i risultati dell’esame autoptico e restiamo a disposizione della magistratura». Intanto gli agenti hanno acquisito tutte le immagini delle telecamere di videosorveglianza posizionate lungo il corso di Vinchiaturo per ricostruire con precisione l’esatta dinamica dell’incidente.
Oltre alla Giulietta anche il cellulare del ragazzo è stato posto sotto sequestro.

Dolore e sgomento nei messaggi degli amici: «Non doveva accadere a te»

Tutti speravano nel miracolo. E invece, ieri mattina, la tragica notizia. Il cuore di Nicoletta ha smesso di battere. Una ragazza solare, molto conosciuta nel suo paese d’origine, San Giuliano del Sannio, e in quello ‘d’adozione’, Vinchiaturo, dove da 15 anni viveva e lavorava come parrucchiera.
Due comunità affrante dal dolore, come si evince dalle centinaia di messaggi postati sulla sua pagina Facebook. «Rock and roll, Nicoletta, come dicevi anzi come urlavi tu!!! Ora urla più che puoi lassù e falli ballare tutti! Ci mancherai tanto».
«Come quando strappano il fiore più fragile e prezioso. Ciao tesoro».
Tanti i ricordi condivisi dagli amici di una vita, quelli con cui Nicoletta aveva trascorso l’infanzia e l’adolescenza: «La prima volta che ci siamo visti ho da subito capito che saremmo diventati amici, ma non immaginavo ci saremmo legati così tanto..identici nei modi di fare e di pensare affrontavamo la vita insieme,passando ogni momento che potevamo senza mai dividerci
Non ci rendiamo conto ancora della perdita così grande che abbiamo avuto, mi manca già tutto di te..la tua risata,la tua solarità. Perché proprio a te? Non doveva accaderti. Non lo meritavi,hai sofferto tanto nella tua vita..l’unica consolazione che ho e che ora avrai una vita sicuramente migliore di quella che ti ha riservato questa terrena.. Sei sempre con me, nel mio cuore..e da lì non ne uscirai mai più!
Grazie per questo anno passato insieme, per tutti i bei ricordi che mi lasci che nonostante tutti mi strappano sempre un sorriso. Ti adoro Nicoletta, falli ridere anche lassù». E ancora: «Buon viaggio amica di una vita…il tuo nome resterà stampato nel cuore di tutti noi…ciao».
Anche il Campobasso Calcio ha voluto ricordare Nicoletta: «Nella mattinata di oggi è scomparsa un’appassionata tifosa rossoblù. La società esprime il proprio cordoglio alla famiglia di Nicoletta Valente per la tragica perdita».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.